Bonus merito, Miur individua le scuole migliori

Il bonus premiale docenti, finalizzato alla valorizzazione degli insegnanti meritevoli, è stato introdotto, com’è noto, dalla legge n. 107/2015, che disciplina la materia all’articolo 1 comma 126-130.

L’attribuzione del bonus è di competenza del dirigente scolastico, sulla base dei criteri individuati dal comitato per la valutazione dei docenti.

Il comma 130 prevede che gli Uffici Scolastici Regionali, al termine del triennio 2016-18, inviino al Miur una relazione sui criteri adottati dalle istituzioni scolastiche, in modo che il  Ministero, sulla base delle relazioni inviate, elabori delle  linee guida per la valutazione del merito dei docenti a livello nazionale, previo confronto con le parti sociali e le rappresentanze professionali.

Nel frattempo, in attesa del termine del triennio e dell’invio delle relazioni suddette, il Miur ha avviato un monitoraggio volto ad individuare, nell’attribuzione del bonus premiale, buone pratiche , intendendo  con queste ultime il fatto che il bonus sia stato assegnato tramite scelte condivise.

Il monitoraggio è stato svolto dagli esperti dell’Indire, che elaborerà un rapporto sulle buone pratiche.

Tra gli istituti individuati (30 in totale) figurano il “Primo Istituto Comprensivo” di Gela, come abbiamo già riferito in questo articolo, e l’Istituto Comprensivo “G. Nosengo” di Petrosino.

Come riferito alla nostra redazione dall’Istituto ” G. Nosengo”, le visite dell’Indire si sono articolate nelle seguenti fasi:

–    Intervista ai membri del Comitato di valutazione dei docenti;
–    Focus group con un campione di 15 docenti, rappresentativo dei tre ordini di scuola e delle diverse tipologie;
–    Intervista approfondita con il dirigente scolastico.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia