Merito. FLCGIL attacca nuova circolare Brunetta: “norme autoritarie”

di
ipsef

Il Ministro Brunetta emana la CM n. 1 del 17 febbraio 2011, con la quale marca la piena operatività ed attuabilità di "tutti gli strumenti finalizzati a premiare il merito e la professionalità"

Il Ministro Brunetta emana la CM n. 1 del 17 febbraio 2011, con la quale marca la piena operatività ed attuabilità di "tutti gli strumenti finalizzati a premiare il merito e la professionalità"

Per la FLCGIL il Ministro "smentisce quanti nei giorni scorsi vaneggiavano di aver bloccato – grazie alla firma dell’intesa separata su pubblico impiego – l’applicazione del Decreto Legislativo 150/2009" e che "grazie a quell’accordo, si sarebbe salvata la contrattazione e che i principi contenuti nel DLgs 150/2009 in merito di premialità sarebbero stati accantonati per tempi migliori."

Per il sindacato la Circolare smentisce tutto ciò, ed anzi ribadisce tre punti:

  • l’obbligo di adeguamento dei contratti ai contenuti del DLgs 150/2009 in tema di riparto di competenze tra legge e contratto;
  • l’obbligo per la contrattazione collettiva di applicare i principi di merito, premialità e selettività contenuti nello stesso decreto;
  • l’applicazione dell’art. 19 (la classifica dei dipendenti) a partire dal rinnovo dei prossimi contratti di lavoro

Vai alla circolare

Versione stampabile
anief
soloformazione