Merenda sana portata a turno dai genitori: succede a Salerno

di Giulia Boffa
ipsef

In alcune scuole di Salerno i genitori si accordano per portare merende sane a tutti i bambini, a rotazione.

In alcune scuole di Salerno i genitori si accordano per portare merende sane a tutti i bambini, a rotazione.

Tra le merende portate in condivisione c'è tanta frutta fresca e secca, pane e olio o pane e marmellata.

I risultati sono stati sorprendenti: anche i  bambini che non mangiavano frutta hanno cominciato a farlo e quelli che erano abituati a mangiare merendine o cibi preconfezionati si sono abituati alla novità, dimenticandosi del cibo mangiato prima.

A fine anno la scuola ha cercato di proporre la stessa iniziativa anche alle altre classi, chiamandola le giornate delle “merende sane”.’

L'idea è partita da un paio di genitori promotori dell’iniziativa, si sono organizzati in un gruppo facebook per coordinare il calendario delle merende e c'è sempre qualcuno pronto per le emergenze in caso di dimenticanza. Ad ogni genitore spetta, a rotazione, un giorno nel quale deve portare la merenda per tutti i bambini della classe, che varia tra la frutta, la verdura di stagione, pane e olio o pane e marmellata, mandorle. L'impegno è di circa una volta al mese, dove anche  i bambini si sentono coinvolti e responsabili di quello che mangeranno i loro compagni di scuola.

Versione stampabile
anief anief
voglioinsegnare