Mentana: “Siamo l’unico paese ad aver chiuso ermeticamente le scuole”

Stampa

Intervento di Enrico Mentana a proposito del ritorno a scuola: il direttore del Tg La7 si mostra critico in merito alla chiusura degli ultimi mesi delle scuole superiori, costrette alla didattica a distanza.

Siamo stati l’unico paese ad aver chiuso ermeticamente le scuole, con la foglia di fico della didattica a distanza, pur essendo i meno digitalizzati del continente. Gli studenti universitari non entrano in ateneo da dieci mesi, come buona parte dei liceali“, dice Mentana.

Riapertura scuole 7 gennaio, ci sono le condizioni per il ritorno in classe? Vota il sondaggio di Orizzonte Scuola

Tra quattro giorni infine i portoni dovrebbero riaprire, come annunciato solennemente da più di un mese: ma già esperti sanitari, presidi e regioni dicono che si rischia, per i nebulosi orari a scacchiera e per il caos dei trasporti locali”, continua Mentana che poi riflette: “Quella dell’istruzione è la principale “industria” del paese. Tutte le altre nel corso dei mesi sono state riaperte e messe in condizione di produrre. La scuola no“.

Riapertura scuole il 7 gennaio nel caos, Sindacati chiedono rinvio tra due settimane, test e vaccino

Infine il giornalista punta il dito contro i mancati investimenti: “Stiamo facendo centinaia di miliardi di debito che i giovani di oggi dovranno restituire; non un capitolo del progetto di Recovery Fund riguarda il sostegno all’occupazione giovanile; la lesione plateale del diritto allo studio e della sua dignità costituisce il terzo indizio, e per dirla con Agatha Christie fa prova. Un paese che non si cura del futuro non ha futuro“.

Stampa

Il nuovo programma di supporto gratuito Trinity per docenti di lingua inglese