Mense scolastiche, scontentano un italiano su quattro

Un’indagine Coldiretti/Ixe’ in riferimento alla sentenza della Cassazione sul panino portato da casa, ha rilevato che più di un italiano su quattro (26%) ha una valutazione negativa dei 380 milioni di pasti serviti nelle mense scolastiche l’anno per 2,5 milioni di studenti nella sola refezione della scuola dell’obbligo.

Una decisione che, secondo la Coldiretti, “scontenta diverse famiglie che rivendicano il diritto di mandare i bambini a scuola portandosi il pasto da casa; un’esigenza dettata non solo da motivi di risparmio ma anche spesso per i dubbi sulla qualità dei prodotti offerti”.

Secondo l’indagine Coldiretti/Ixè il 71% di italiani ritiene che le mense dovrebbero offrire i cibi più sani per educare le nuove generazioni dal punto di vista alimentare, mentre per il 12% dovrebbero essere serviti i piatti che piacciono di più.

Per assicurare il miglior rapporto prezzo/qualità, ma anche per educare le nuove generazioni, la Coldiretti sollecita a privilegiare negli appalti delle mense scolastiche i cibi locali e a km 0 che valorizzano le realtà produttive locali e riducono i troppi passaggi intermedi dietro i quali più elevato è il rischio di frodi e sofisticazioni.

Preparazione concorsi, TFA e punteggio in graduatoria con CFIScuola!