Mense scolastiche: regione Veneto promuove il bio

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Regione Veneto – “Il Veneto è la seconda regione italiana, dopo la Lombardia, per numero di mense che offrono pasti biologici agli studenti.

Sono ben 215 le strutture venete di ristorazione scolastica bio: una scelta, questa, che valorizza l’agricoltura sostenibile e promuove una cultura di sana alimentazione tra i più giovani”.

L’assessore all’agricoltura della Regione Veneto, Giuseppe Pan, inquadra così il significato del convegno tecnico sulla ristorazione scolastica biologica, promosso dalla Regione in collaborazione con il Ministero per le politiche agricole alimentari e forestali, giovedì 19 dicembre alle ore 9.30, nel palazzo Grandi Stazioni a Venezia.

“Si tratta di un incontro tecnico-informativo, rivolto a Comuni, scuole pubbliche, paritarie e private e alle aziende della ristorazione collettiva scolastica – precisa l’assessore – per far conoscere a stazioni appaltanti e soggetti eroganti opportunità, vantaggi e benefici offerti dalla legislazione regionale in materia e dalla legislazione nazionale: dal 2017 esiste, infatti, un apposito Fondo per incentivare il consumo del bio a scuola e ridurre i costi per i beneficiari del servizio. In una regione come il Veneto che ha sposato il principio dell’agricoltura sostenibile e dove le colture a metodo biologico stanno crescendo a doppia cifra (i 23 mila ettari a colture bio rappresentano il 36 per cento in più rispetto al 2015), è doveroso che l’istituzione fornisca una corretta informazione sui sistemi di produzione, sull’evoluzione dei consumi e sugli specifici vantaggi previsti per la ristorazione collettiva bio, in particolare nelle scuole, dove le mense possono fregiarsi di appositi marchi di qualificazione e godere dei relativi vantaggi economici”.

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione