Mense scolastiche chiuse a Pescara: 130 bambini intossicati per un’infezione batterica

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Un’intossicazione alimentare dall’origine ancora sconosciuta ha colpito 130 persone di cui 126 bambini iscritti in numerose scuole della città.

Infezione batterica

I primi esami parlano di un’infezione batterica, all’inizio si pensava fosse salmonella.

Al centro dell’attenzione il centro cottura che serve le mense scolastiche della città, il sindaco con apposita ordinanza ha deciso lo stop delle mense scolastiche.

Cure assidue

Da oggi è anche attivo un ambulatorio ad hoc per il controllo dei pazienti già dimessi. Del totale, 70 bimbi sono stati sottoposti a terapia reidratativa e dimessi. Trenta bambini hanno avuto un periodo di degenza più prolungato (uno o due giorni) ed alcuni sono stati trattenuti a scopo cautelativo e preventivo nei confronti di altri bambini presenti in casa. Venti bambini sono in attesa di valutazione in pronto soccorso, mentre sei hanno rifiutato il ricovero.

Aperto fascicolo contro ignoti

La Procura di Pescara ha aperto un fascicolo contro ignoti; l’ipotesi di reato è relativa a quanto previsto dalla normativa in materia di alimenti.

Mentre prosegue l’indagine epidemiologica disposta dalla Asl, stamani, dopo quella di sabato, nuova ispezione dell’azienda sanitaria e dei Carabinieri del Nas nel centro cottura che serve le mense cittadine: eseguiti sequestri e vincoli sanitari di alimenti e campioni completi di tutte le matrici alimentari presenti.

È in corso l’analisi del materiale da parte dell’Istituto Zooprofilattico.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione