Mense scolastiche a Bologna. Aumentano le richieste per menu alternativi, soprattutto senza carne

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Secondo la società di refezione Ribo, che rifornisce le mense delle scuole di Bologna e provincia di 19.000 pasti al giorno, cresce sempre di più la richiesta di menu alternativi, in aumento chi non gradisce la carne. Ne parla il Corriere.

Circa una famiglia su 6 chiede menu diversi: nell’anno scolastico in corso sono 3975 le diete speciali richieste, 882 dovute a patologie e 3093 collegate invece a scelte etico religiose. Il 2016-17 si era chiuso con 3499 scelte certificate (in quel caso erano state 938 quelle sanitarie e 2561 le altre).

Sono 1310 i genitori che non vogliono la carne, 81 chi vuole un menu vegetariano e 23 un menu vegano, lo scorso anno erano 10 i vegani e 44 i vegetariani. I numeri di chi non vuole la carne sono aumentati a 969 contro i 622 dello scorso anno.

Fonte

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione