Mensa scolastica. La scuola può rifiutare la richiesta di pasto vegano

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Trga di Bolzano ha rigettato per infondatezza un ricorso presentato contro il rigetto di richiesta da parte dei genitori di un menu totalmente vegano per il proprio figlio.

Secondo il Collegio giudicante spetta all’Amministrazione fissare i limiti e le condizioni entro le quali attuare il servizio pubblico. Le scelte operate rientrano nella sfera di discrezionalità politico- amministrativa.

Nel caso preso in considerazione secondo il giudice la richiesta dei genitori non può essere accolta perché “le possibilità di personalizzazione dei menù in concreto offerta agli utenti delle scuole dell’infanzia di Bolzano è apparsa appropriata e sufficientemente variegata ove si considerino i limiti strutturali e finanziari cui fa riferimento l’Amministrazione che ha predisposto, oltre al menù generalista anche quattro tipologie di pasti personalizzati e dietetici «per motivi di salute» (patologici), ovvero «per motivi diversi» riferiti alle diete «maggiormente richieste”

Ne dà notizia il Sole24Ore

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione