Stipendi docenti, Meloni: “Garantiremo aumento”. Sul ‘Merito’ si dice “stranita dalla contestazione sulla correlazione con Istruzione” [VIDEO]

WhatsApp
Telegram

“Garantire salari decenti per i docenti e borse di studio per i ragazzi. Lo dobbiamo all’Italia unificata dai giovani eroi del Risorgimento”. Così il premier Giorgia Meloni durante il suo discorso programmatico alla Camera dei Deputati.

Poi sottolinea nel suo intervento: “L’Istruzione rappresenta il capitale umano che porta avanti la democrazia, è la risorsa strategica fondamentale”.

Sul Merito: “In questi giorni si è contestata la correlazione tra Istruzione e merito. Sono stranita. Diversi studi dimostrano come chi viva in una famiglia agiata abbia oggi più opportunità di successo, mentre gli studenti meno dotati di risorse economiche vengono danneggiati da un sistema che non rilanci il merito, perché l’Italia non è un Paese per giovani. Noi intendiamo lavorare sulla crescita dei giovani. Promuovere le attività artistiche e culturali, e accanto a queste lo sport, straordinario strumento di socialità, di formazione umana e benessere. Lavorare sulla formazione scolastica, per lo più affidata all’abnegazione e al talento dei nostri insegnanti, spesso lasciati soli a nuotare in un mare di carenze strutturali, tecnologiche, motivazionali. Garantire salari e tutele decenti, borse di studio per i meritevoli, favorire la cultura di impresa e il prestito d’onore. Lo dobbiamo a questi ragazzi, ai quali abbiamo tolto tutto, per lasciare loro solo debiti da ripagare. E lo dobbiamo all’Italia, che il 17 marzo di 161 anni fa è stata unificata dai giovani eroi del Risorgimento e oggi, come allora, è dall’entusiasmo e dal coraggio dei suoi giovani che può essere risollevata”.

E ancora: “Occorre mettere fine alle morte sul lavoro. Non possiamo accettare la morte di Giuliano e di altre vittime. Conosco l’impegno giovanile, difficilmente non troverò simpatie per chi contesterà il mio governo in piazza. Perché quella storia è anche la mia. A chi scenderà in piazza contro di noi, ricordo una frase di Jobs. Siate affamati, siate folli. Aggiungo siate liberi. Aumenteremo l’assegno unico, aiuteremo le giovani coppie col mutuo per la casa, incentiveremo l’occupazione giovanile. Chiederemo ai comuni di aprire asili nido gratuiti e aperti fino alla chiusura di uffici e industrie”.

Meloni: “Governeremo per cinque anni. Il motto di questo governo sarà non disturbare chi vuole fare”. Il discorso integrale [VIDEO]

WhatsApp
Telegram

TFA SOSTEGNO VIII CICLO: Scegli il corso di preparazione di Eurosofia a cura del Prof. Ciracì e dell’Avv. Walter Miceli che prepara a tutte le prove