Melina, UIL Catanzaro: non è una lotta tra precari della fase B e della fase C, merito deve essere premiato. Per ATA si attendono le decisioni dei giudici

WhatsApp
Telegram

Sulla Buona Scuola interviene Anna Melina, Segretario Generale Uil Scuola Catanzaro, denunciando ancora una volta la mancanza di trasparenza del piano assunzionale.

Sulla Buona Scuola interviene Anna Melina, Segretario Generale Uil Scuola Catanzaro, denunciando ancora una volta la mancanza di trasparenza del piano assunzionale.

Un piano che potrebbe portare i docenti della fase B a dover emigrare, a dispetto dei docenti della fase C, che potrebbero trovare posto nella propria provincia.

Ma -afferma Melina – questa non è una lotta tra precari di serie A e serie B, questa è una lotta per la stessa sopravvivenza della scuola pubblica democratica, in cui dovrebbero essere premiati gli sforzi e il merito di ciascuno, garantiti il rispetto della legge e dei diritti dei lavoratori, dei principi di imparzialità, efficienza e trasparenza che dovrebbero sempre informare i provvedimenti della Pubblica Amministrazione nel trattamento delle specifiche situazioni soggettive dei cittadini.

E in merito al personale ATA, dimenticato non solo dalla Buona Scuola, ma anche dalle procedure ordinarie di immissioni in ruolo, la partita si sposta nelle aule dei tribunali, laddove saranno i giudici ad esprimersi in base alla sentenza della corte europea del 26 novembre.

Leggi l'intervista

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito