Melicchio (M5S): “La scuola è diritto, non opzione. Proposta di Spirlì è insensata”

Stampa

Alessandro Melicchio, deputato calabrese del MoVimento 5 Stelle in commissione Cultura, risponde al Governatore Spirlì, a proposito della prossima ordinanza che prevede come le famiglie calabresi potranno decidere in libertà se mandare i loro figli in classe o se far studiare loro da casa.

Lasciar scegliere alle famiglie se mandare il proprio figlio a scuola o fargli proseguire la dad è una proposta insensata, che mi auguro per il bene degli studenti e studentesse calabresi che non si tramuti davvero in un’ordinanza, come ha anticipato il governatore Spirlì”. Lo dichiara Alessandro Melicchio, deputato calabrese del MoVimento 5 Stelle in commissione Cultura.
La scuola è un diritto, non un’opzione, e le istituzioni hanno il dovere di fare il possibile per garantirlo a tutti, senza creare disparità sulla base di valutazioni o convinzioni personali che poco hanno a che fare con la scienza. La scienza infatti, è bene ricordarlo, considera la scuola uno tra i luoghi più sicuri e non è un caso che il Governo, sulla base delle indicazioni delle autorità sanitarie, abbia previsto la riapertura anche delle superiori, sebbene al 50%. Già i mesi di chiusura hanno acuito le disuguaglianze tra i giovani: bisogna lavorare per ridurle, non per aumentarle”, conclude Melicchio.

Riapertura scuole, Spirlì (Calabria): “Il ritorno in classe significa far crescere i contagi, dobbiamo proteggere docenti e studenti”

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur