Melato (Lega Nord): valutare divieto ingresso in classe bambini senza requisiti minimi di igiene

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Matteo Melato (Lega Nord) dopo i due casi di scabbia riscontrati nelle scuole di Reggio Emilia, interviene con una nota

“La notizia del doppio caso di scabbia in un asilo e in una scuola materna del reggiano pongono l’accento sul grave stato d’igiene in cui alcuni bambini vengono mandati nelle scuole insieme ad altri, creando un grave disagio per la salute di tutti questi. Questa malattia, che si pensava essere debellata dalla nostra società da tempo, si ripresenta con forza nei giorni nostri. Si è parlato tanto del tema vaccini con il rispetto della normativa nazionale che prevede l’obbligo di vaccinazione per poter andare a scuola ma ora occorre porre il problema anche del rispetto dei minimi standard igienici in cui molti genitori mandano i propri figli a scuola soprattutto in una fascia di età così bassa. E’ necessario tutelare la salute di tutti i bambini pertanto è doveroso valutare se estromettere dalle classi anche quei bimbi i cui genitori non garantiscono condizioni di vita con un’igiene accurata. ”

Sulla vicenda è intervenuto anche il Pediatra dott. Alessandro Volta, che ha chiarito “La scabbia non è legata alle condizioni igieniche di casa propria né all’etnia. La scabbia, così come la salmonella o i pidocchi, si contrae dove proliferano i parassiti. Ad es. è a rischio chi viaggia molto, chi va in aereo nei paesi stranieri. E’ solo un calcolo di probabilità, ma può prenderla anche un avvocato…”

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione