“Meglio morire che andare a scuola”: studente bullizzato dai compagni costretto a cambiare istituto. Scatta la denuncia della madre ai carabinieri

WhatsApp
Telegram

“Meglio morire che andare a scuola”. Sono le parole tragiche di un ragazzino di 11 anni, dette alla madre, dopo i continui soprusi subiti da parte di tre compagni di scuola che l’avevano preso di mira da tempo. La madre ha deciso di ritirare il figlio dell’istituto frequentato.

Nella giornata del 25 novembre, si legge su TrevisoToday, la mamma dello studente denuncerà l’accaduto ai carabinieri, stanca di veder star così male il figlio che sarebbe stato picchiato e preso di mira con insulti e lancio di petardi.

“Meglio se muori” fra le violenze verbali subite dal giovane studente che è stato già ritirato dall’istituto.

La speranza della famiglia è che in una nuova scuola lo studente possa ritrovare un po’ di serenità e iniziare un nuovo percorso senza subire mai più altri episodi simili.

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VIII ciclo: Scegli il corso di preparazione di Eurosofia a cura del Prof. Ciracì e dell’Avv. Walter Miceli che prepara a tutte le prove