Il MEF vuole tagliare gli stipendi anche ai Dirigenti Scolastici

di Lalla
ipsef

inviato da Pietro Perziani, responsabile di Governarelascuola.it – Tutti si sono scandalizzati, giustamente, per il taglio degli stipendi di circa 90.000 tra docenti e personale ATA (Poco più del 10% del personale della scuola), nessuno per ora si è accorto che tutti i dirigenti scolastici rischiano un taglio, in media, di più di 1.700 euro l’anno.

inviato da Pietro Perziani, responsabile di Governarelascuola.it – Tutti si sono scandalizzati, giustamente, per il taglio degli stipendi di circa 90.000 tra docenti e personale ATA (Poco più del 10% del personale della scuola), nessuno per ora si è accorto che tutti i dirigenti scolastici rischiano un taglio, in media, di più di 1.700 euro l’anno.

Il MEF ha infatti bloccato i Contratti Integrativi Regionali relativi all’a.s. 2012/2013 già sottoscritti, perché il Fondo Unico Nazionale stabilito dal MIUR sarebbe sovrastimato di quasi 16 milioni di euro; conclusione: il Fondo Unico Nazionale deve essere decurtato dell’11%.

A parte ogni altra considerazione, possibile che il MEF se ne sia accorto con un anno di ritardo? Per di più, a legislazione invariata?

Per il MEF infatti si tratta semplicemente dell’applicazione della Legge 122/2010 che impone il blocco degli stipendi; è vero, non ci possono essere aumenti, ma qui si tratta di tagli: i dirigenti scolastici sarebbero l’unica categoria che non solo non percepisce aumenti, ma addirittura subisce una diminuzione dello stipendio!

Al momento, è tutto bloccato; tra l’altro, alla faccia della trasparenza, né il MEF o il MIUR, né i sindacati hanno reso pubblici i documenti che hanno portato al blocco, per cui è veramente difficile ipotizzare quale possa essere la soluzione.

Non vorremmo, però, che qualche dirigente del MIUR e del MEF, all’insaputa dei Ministri, operassea livello centrale la decurtazione del Fondo Nazionale , lasciando poi agli USR il lavoro sporco di tagliare gli stipendi ai dirigenti scolastici.

Non è fantascienza, sta già succedendo, da due anni, in Campania.

Sul sito www.governarelascuola.it abbiamo pubblicato un’analisi dettagliata della vicenda ed abbiamo anche fatto una simulazione su cosa succederà in tre regioni, nel caso si arrivasse alla decurtazione ipotizzata dal MEF.

Versione stampabile
anief
soloformazione