Maturità nuovi istituti professionali, ok dal CSPI ai quadri di riferimento e griglie valutazione seconda prova. In arrivo decreto [PDF]

WhatsApp
Telegram

Il CSPI esprime parere favorevole sullo schema di decreto ministeriale recante i “Quadri di riferimento e le griglie di valutazione per la redazione e lo svolgimento della seconda prova scritta dell’esame di Stato conclusivo del secondo ciclo di istruzione negli istituti professionali ai sensi dell’articolo 17, commi 5 e 6, del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 62”

“I nuovi Quadri di riferimento, che forniscono, per ciascuno degli undici indirizzi di studio dell’istruzione professionale, indicazioni relative alla struttura della seconda prova d’esame, ai nuclei tematici fondamentali correlati alle competenze di indirizzo, agli obiettivi della prova e alla griglia di valutazione per l’attribuzione dei punteggi, diventano, pertanto, utili strumenti per una progettazione curricolare e didattica delle istituzioni scolastiche oltre che chiarire in modo ancora più concreto quali siano gli obiettivi di questi percorsi in termini di professionalità attese” scrive in premessa il CSPI.

Il decreto prevede che dal prossimo anno scolastico la seconda prova dell’esame di Stato non sia più articolata in base alle discipline caratterizzanti, ma riferita alle competenze in uscita dello specifico indirizzo.

Il CSPI evidenzia la necessità di “verificare, nel rispetto delle competenze istituzionali che si intersecano su questo segmento della scuola superiore di secondo grado, quanto i profili in uscita siano coerenti con le attese degli studenti al termine del quinquennio di studi rispetto agli sbocchi professionali e alla propria formazione complessiva”.

 PARERE

SCHEMA DI DECRETO 

SCARICA I QUADRI DI RIFERIMENTO

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur