Maturità, non è possibile rifiutare o lasciare l’incarico da commissario. Cosa fare in caso di impedimento. Nota USP Napoli

WhatsApp
Telegram

Sono stati rese note il 5 giugno le commissioni degli esami di maturità, che partirà il prossimo 19 giugno con la prima prova scritta. L’Ufficio scolastico di Napoli ricorda che l’incarico da commissari è obbligatorio.

La nota ricorda che non è consentito rifiutare l’incarico o lasciarlo, anche nel caso di nomina in sede non richiesta o in commissioni operanti in ordini di studio diversi da quelli di servizio, salvi i casi di legittimo impedimento. Eventuali inosservanze saranno oggetto di valutazione sotto il profilo disciplinare.

Cosa fare in caso di impedimento ad espletare l’incarico?

L’impedimento ad espletare l’incarico da parte dei presidenti deve essere comunicato immediatamente all’Ufficio scolastico regionale competente, il quale dispone subito
gli accertamenti di rito in ordine ai motivi addotti a giustificazione dell’impedimento e la relativa immediata sostituzione.

L’impedimento ad espletare l’incarico da parte dei commissari interni deve essere comunicato immediatamente al proprio dirigente scolastico/coordinatore, il quale
dispone immediati accertamenti in ordine ai motivi addotti a giustificazione dell’impedimento e la relativa sostituzione.

L’impedimento ad espletare l’incarico da parte dei commissari esterni deve essere comunicato immediatamente al proprio dirigente scolastico/coordinatore, il quale
dispone immediati accertamenti in ordine ai motivi addotti a giustificazione dell’impedimento e al competente dirigente preposto all’Ufficio scolastico regionale, il quale ne dispone l’immediata sostituzione.

Nota USP Napoli

Leggi anche

Maturità 2024, ecco le 14.072 commissioni. Online il motore di ricerca

WhatsApp
Telegram

Percorsi abilitanti riapertura straordinaria 60 cfu. Scadenza adesioni 24 giugno. Contatta Eurosofia