Maturita, Ministero conferma: mancano Presidenti in Lombardia, Veneto, Emilia, Toscana. Possibili nomine d’ufficio

Stampa

Maturità 2020: non tutto è ancora pronto. Alla vigilia delle nomine dei Presidenti di Commissione, il Ministero si appresta a pubblicare un’ordinanza che permetterà anche le nomine d’ufficio dei docenti non impegnati nello svolgimento degli Esami. 

Seppure il numero complessivo delle domande presentate dai Dirigenti scolastici sia in linea con quelli dello scorso anno, questo non è sufficiente per coprire il fabbisogno e le eventuali sostituzioni che si determineranno.

Le regioni con più difficoltà sono Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, Toscana.

Ma anche altre regioni si stanno già muovendo con nuovi avvisi e domande di messa a disposizione.

Il Ministero pubblicherà un’apposita ordinanza che permetterà ai Dirigenti degli Uffici Scolastici la nomina d’ufficio dei docenti, se necessario anche con requisito inferiore ai dieci anni di servizio richiesto.

Come ultima possibilità ad un unico Presidente potrebbero essere affidate più commissioni.

Nulla trapela al momento sulla retribuzione prevista per questo incarico.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia