Maturità, liceo Roma resta senza presidente di commissione

Stampa
esame di stato maturità

Succede al Liceo Renzo Levi di Roma: nessun presidente di commissione per gli esami di maturità. A raccontare quanto accaduto è Benedetto Carucci, preside dell’istituto, all’Adnkronos.

“E’ un pasticcio”, spiega: “Ci  troviamo con una nomina di presidente che non è più valida ed un  destinatario che non avendo ricevuto comunicazione dell’annullamento  dell’incarico si è presentato all’insediamento questa mattina; ed  un’altra nomina comparsa poche ore fa on-line ma se la destinataria  sia stata informata dell’incarico non lo sappiamo”. Ed in tutto ciò  “ad aggravare lo scenario è il fatto che noi siamo associati ad una
scuola che si trova da un’altra parte: il Liceo San Paolo”,
probabilmente nelle medesime condizioni.

“Nel primo tabulato che ha prodotto l’Usr con i numeri di tutte le  commissioni – prosegue il dirigente scolastico – la nostra scuola  risultava associata ad un’altra scuola, il Da Vinci, con un certo  numero di commissione. Stamattina è arrivato il presidente incaricato. Ma, noi eravamo stati nel frattempo associati ad un’altra commissione  definita ‘in lavorazione’ finché stamattina è comparso il nome di un  altro presidente che ancora non si è presentato”.

Stampa

Didattica digitale integrata. Eurosofia ha creato un innovativo ciclo formativo per acquisire le competenze specifiche