Maturità, il sondaggio di OS: dopo il covid niente maxiorale: il 53% dice no. Ma i favorevoli non sono pochi

Stampa

Non sembra raccogliere consensi l’ipotesi di una maturità light da attuare dopo l’emergenza covid. E’ quanto emerge dal sondaggio che Orizzonte Scuola ha lanciato venerdì 28 maggio e ha chiuso oggi, 31 maggio.

Come possiamo valutare dall’esito finale, su quasi 4800 utenti intervenuti, 2693 persone, dunque il 56%, si è espresso negativamente sul mantenere la struttura attuale, ovvero solo un maxiorale come esame di Stato per la scuola secondaria di secondo grado.

I favorevoli a protrarre la versione covid dell’esame di maturità anche in futuro, tuttavia, a ben vedere sono stati molti: 2060 utenti complessivi, ovvero il 43% del totale.

Maturità 2021, online elenco presidenti di commissioni esame di Stato. Cerca la tua commissione

Nei giorni scorsi infatti il Ministro Bianchi ha detto: “Guardiamo, vediamo come va, sto avendo riscontri positivi dai ragazzi, avere tempo per articolare un pensiero complesso, questa è la maturità. È una maturità che prepara all’università, al lavoro e ad altre possibilità di crescita”.

Ricordiamo che l’Esame di Stato della scuola secondaria di secondo grado aveva già subito una modifica proprio nel 2019, quando scomparve la famosa terza prova, ovvero il “quizzone”.

Si tratta, ricordiamolo, di un sondaggio che non ha alcuna valenza scientifica e statistica. Piuttosto, la rilevazione vuole evidenziare una tendenza di opinione in riferimento al tema specifico.

Stampa

Nuovi percorsi mirati e intensivi per prepararti al Concorso Stem. Minicorso di inglese e informatica, simulatori disciplinari consulenze Skype