Maturità, CSPI: online senza protocollo sicurezza dettagliato. Ministero si dice pronto

Maturità 2020: il CSPI ha espresso il proprio parere sul documento trasmesso dal Ministero e per quanto riguarda l’esame delle V classi non mancano le criticità.

Il CSPI parla di protocollo di sicurezza nazionale “stringente, dettagliato e prescrittivo a garanzia della salute di tutto il personale coinvolto”

Se il protocollo non dovesse rispettare tali caratteristiche o non fosse possibile applicarne le prescrizioni si rende necessario prevedere  “che gli esami di maturità avvengano a distanza”.

Anche il CSPI quindi sollecita il Ministero alla stesura di un protocollo nazionale “a prova d’esame”.

Da canto proprio il Ministero ha fatto sapere che il Protocollo di sicurezza per gli Esami di Stato del secondo ciclo “è praticamente pronto e sarà reso noto a breve”.

“Si tratta di regole chiare, attuabili, che tuteleranno studenti e docenti” – assicurano dal Ministero  –  Un pacchetto di misure che “tengono conto anche delle sollecitazioni arrivate dai sindacati incontrati nei giorni scorsi”

Attendiamo quindi di leggere il protocollo per giudicarne il contenuto. Fermo restando che il tutto è condizionato anche dall’andamento epidemiologico e che potranno verificarsi situazioni diverse nei territori.

Scarica parere

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia