Maturità, classe ripete esame. Docente trasferita in un’altra scuola, rischia 6 mesi di sospensione. Un collega: “Una leggerezza”

WhatsApp
Telegram

Gli studenti del Liceo Linguistico Galileo Galilei a Spadafora, in provincia di Messina, sono stati costretti a sostenere nuovamente la prova orale della Maturità.

Come riferito da La Gazzetta del Sud, questa decisione segue l’annullamento dell’esame precedente dal Tar a causa di “gravi irregolarità”.

Come è ormai noto, la situazione è nata quando una studentessa, insoddisfatta del suo voto, ha presentato una denuncia contro l’insegnante di storia e filosofia. A seguito di indagini, il Tar ha decretato la necessità di ripetere l’esame, coinvolgendo non solo la studentessa denunciante ma anche i suoi compagni di classe. Questo ha causato malcontento e frustrazione tra gli studenti, che hanno definito l’esperienza “un incubo”.

Cinque degli undici studenti coinvolti hanno già affrontato la nuova prova orale, mentre gli altri sei si preparano a sostenerla nei prossimi giorni. L’ultima a presentarsi davanti alla commissione sarà proprio la studentessa che ha innescato la vicenda.

Una madre, intervistata da La Repubblica, si è detta sorpresa dal fatto che la studentessa non avesse condiviso la decisione di intraprendere azioni legali con gli altri compagni, inclusa la figlia, che era una delle sue migliori amiche.

Parallelamente, la docente incriminata è stata trasferita in un altro liceo a Messina e rischia ora fino a sei mesi di sospensione. Un collega racconta: “Sbagliando, a volte metto un 5 a uno studente che merita 4 per paura di ferirlo. Forse la collega ha commesso una leggerezza”. 

Maturità da rifare per gli studenti di un liceo in Sicilia: prova orale effettuata. Un docente difende la collega: “Se ha sbagliato, è stato per troppo amore, non va crocifissa”

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri