Maturità: Bussetti, buste orali è un’idea mia

di redazione
ipsef

item-thumbnail

“Da dove nasce l’idea delle buste alla prova orale della maturità? Da un principio fondamentale di equità. Negli anni scorsi succedeva che anche nella stessa scuola, con commissioni diverse, c’erano delle valutazioni con differenze anche marcate”.

A dirlo è il Ministro dell’Istruzione Marco Bussetti, che oggi è stato ospite della trasmissione di Rai Radio1 ‘Un Giorno da Pecora’.

“Ci saranno tre buste – ha aggiunto – Su una classe di venti abbiamo ventidue buste, così l’ultimo se ne trova tre. All’interno non ci sarà una domanda ma uno spunto, come un quadro, una foto o un riferimento, che permetterà alla commissione di iniziare le domande. Ad esempio, se dentro la buste ci fosse la Monna Lisa si potrebbe partire da lì. Una scelta voluta fortemente da me”.

Versione stampabile
anief banner
soloformazione