Maturità 2024, da oggi ed entro il 21 marzo domande candidati esterni con cessazione di frequenza

WhatsApp
Telegram

Da oggi 1° febbraio ed entro il 21 marzo 2024 i candidati esterni con cessazione della frequenza delle lezioni dopo il 31 gennaio 2024 e prima del 15 marzo 2024 possono presentare domanda di partecipazione agli esami di Stat di II grado per l’anno scolastico 2023-24.

Le domande dei candidati esterni si presentano online nella sezione dedicata

Qui una GUIDA del MIM

Alcune FAQ del Ministero:

Chi può partecipare all’esame di Stato in qualità di candidato esterno?
Per partecipare all’esame di Stato in qualità di candidato esterno devi rientrare in uno dei seguenti casi:

a) compiere 19 anni nel 2024 e dimostrare di aver adempiuto all’obbligo di istruzione

b) avere il diploma di scuola secondaria di primo grado da un numero di anni almeno pari a quello della durata del corso prescelto, indipendentemente dall’età

c) avere conseguito il titolo previsto al termine di un corso di studio di istruzione secondaria di secondo grado di durata almeno quadriennale del previgente ordinamento o avere il diploma professionale di tecnico di cui all’articolo 15 del Decreto legislativo 226 del 2005;

d) aver cessato la frequenza dell’ultimo anno di corso prima del 15 marzo.

Se sei uno studente delle classi antecedenti l’ultima e possiedi i requisiti di cui alle lettere a) o b), devi aver cessato la frequenza prima del 15 marzo.

Se ti stai candidando all’esame di Stato per gli indirizzi di studio di istruzione professionale, non hai l’obbligo di presentare la documentazione relativa al possesso di una eventuale qualifica professionale.

Devo pagare la tassa d’esame?
Al momento della presentazione della domanda di ammissione all’esame di Stato, devi versare la tassa per esami. Puoi fare il pagamento attraverso il sistema PagoPA (servizio contestuale alla procedura di presentazione della domanda) oppure attraverso bollettino postale o bonifico bancario nei casi di impossibilità di accesso alla procedura informatizzata.

Se effettui il pagamento al di fuori del servizio di compilazione della domanda, devi allegare la ricevuta nella domanda di esame nella sezione documenti.

Se usufruisci di PagoPA all’interno del servizio Domande candidati esterni, non devi allegare alcuna ricevuta di versamento. Il sistema controlla e assicura l’avvenuto pagamento.

Per quali casi non è prevista l’ammissione di candidati esterni all’esame di Stato conclusivo del secondo ciclo di istruzione?
L’ammissione non è prevista nei seguenti casi:

– nell’ambito dei corsi quadriennali;

– nei percorsi di istruzione di secondo livello per adulti;

– negli indirizzi di cui all’articolo 3, comma 2, del Decreto del Presidente della Repubblica n. 89 del 15 marzo 2010, in attesa di disciplina, considerata la peculiarità di tali corsi di studio;

– nelle sezioni funzionanti presso istituti statali e paritari in cui è attuato il progetto EsaBac ed EsaBac techno (Decreto ministeriale n. 95 dell’8 febbraio 2013 e Decreto ministeriale n. 614 del 4 agosto 2016);

– nelle Province autonome di Trento e Bolzano, con riferimento all’esame di Stato collegato al corso annuale previsto dall’articolo 15, comma 6, del Decreto legislativo n. 226 del 2005, e recepito dalle intese stipulate tra il Ministero dell’istruzione e le predette Province autonome, a eccezione di coloro che, dopo aver frequentato il corso annuale siano già stati ammessi all’esame di Stato e non lo abbiano superato; l’ammissione di tali candidati è in ogni caso subordinata al superamento dell’esame preliminare.

Non è consentito ripetere esami di Stato della stessa tipologia, indirizzo, articolazione, opzione già sostenuti con esito positivo.

Tutte le scadenze nella nota del 12 ottobre

Gli esami avranno inizio il 19 giugno con la prima prova scritta.

WhatsApp
Telegram

La Dirigenza scolastica, inizio anno scolastico: la guida operativa con tutte le novità 2024/25 con circolari e documenti pronti all’uso