Maturità 2024: nessun compenso per il segretario, differenza tra docenti interni ed esterni a parità di mansioni, indennità trasporto negata in alcuni casi. Tutte le difficoltà

WhatsApp
Telegram

Il Coordinamento Nazionale Docenti della Disciplina dei Diritti Umani (CNDDU) solleva gravi preoccupazioni riguardo alle disparità di trattamento economico e alle discriminazioni tra i membri delle commissioni d’esame.

Presidente, Vicepresidente e Segretario: un trattamento iniquo

L’attuale regolamentazione prevede un compenso maggiore per il Presidente e una maggiorazione del 10% per il Vicepresidente, mentre nulla è previsto per il Segretario. Questa situazione è paradossale, considerando che il Segretario svolge un lavoro impegnativo e di responsabilità equiparabile a quello del Presidente, mentre il Vicepresidente interviene solo in caso di necessità. Il CNDDU sottolinea l’iniquità di questa situazione, soprattutto considerando che altri membri della commissione possono percepire compensi uguali o maggiori senza svolgere le stesse mansioni.

Discriminazione tra membri interni ed esterni

Il CNDDU denuncia una profonda discriminazione tra i membri interni ed esterni delle commissioni, che svolgono le medesime mansioni ma ricevono compensi diversi. Questa disparità contrasta con l’articolo 3 della Costituzione, che sancisce il principio di uguaglianza.

Indennità di trasporto negata ai membri interni

Il CNDDU segnala la pratica errata di alcune segreterie che negano l’indennità di trasporto ai membri interni che risiedono in località diversa dalla sede di servizio. Il decreto del 24 maggio 2007 chiarisce che l’indennità va riconosciuta considerando alternativamente la sede di servizio o il luogo di residenza, e nel caso dei membri interni dovrebbe essere considerato esclusivamente il luogo di residenza.

Docenti part-time e su spezzone orario: il diritto al completamento orario

Il CNDDU sottolinea che i docenti part-time e su spezzone orario hanno diritto al completamento orario durante gli esami di stato, come previsto dall’art. 14 co.2 del DM 6/2007. Tuttavia, alcune amministrazioni non effettuano questa operazione, creando una discriminazione ingiustificata e violando il principio di uguaglianza sancito dalla normativa comunitaria.

Il CNDDU chiede un incontro urgente con il Ministro

Il CNDDU chiede urgentemente un incontro con il Ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, per discutere di queste criticità e trovare soluzioni che garantiscano equità e giustizia per tutti i membri delle commissioni d’esame. Il CNDDU auspica che i sindacati si uniscano a questa richiesta e che si arrivi presto a una risoluzione della questione.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri