Maturità 2023, tra 15 anni a Salerno 10mila alunni in meno: la proiezione da incubo. I sindacati all’attacco sui tagli alle scuole

WhatsApp
Telegram

Tra 15 anni, in provincia di Salerno si vedrà una significativa diminuzione degli studenti che si diplomeranno: secondo le previsioni, appena 7.708 rispetto agli attuali 16.596.

Questo drastico cambiamento è determinato dal declino demografico. Già oggi, si nota un calo di matricole che entrano a scuola, specialmente nel capoluogo.

Questa diminuzione prevista di studenti implica una trasformazione radicale per il sistema scolastico locale, con il rischio di perdere circa 10.000 giovani pronti a entrare nel mondo del lavoro. La provincia del Salernitano non solo subirà il più grande taglio di autonomie scolastiche – ben 41 dal settembre 2024 – ma perderà anche il futuro rappresentato dai giovani.

Come segnala Il Mattino, la situazione è particolarmente grave in alcune aree della provincia del Salernitano. Nell’agro nocerino sarnese, si prevede il più alto numero di iscritti alla scuola dell’infanzia con 5.646 alunni. A sud di Salerno, invece, i numeri crollano drasticamente. Questa prevista carenza di studenti solleva interrogativi sul dimensionamento scolastico e su come gestire la contrazione demografica e la riduzione delle autonomie.

Susy Parrillo, referente territoriale Uil Scuola Rua Salerno, sottolinea che la provincia salernitana sarà la più colpita dai nuovi parametri introdotti dalla Legge di bilancio. La Uil Scuola Rua critica l’approccio puramente economico alla questione, affermando che avrà un impatto negativo sulla qualità e l’efficienza del servizio scolastico, in particolare nelle zone meno popolate come il Cilento e il Vallo di Diano.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri