Maturità 2023, come inoltrare la domanda per Presidenti e Commissari esterni. La Guida

WhatsApp
Telegram

Sono partite nella giornata di oggi, 20 marzo, le domande per presidenti e commissari esterni che parteciperanno alla prossima maturità 2023. C’è tempo fino fino al 5 aprile. Come presentare la domanda?

La guida del Ministero, già riportata in precedenza, spiega in effetti cosa bisogna fare per inoltrare l’istanza.

Come accedere

Per prima cosa chi si vuole candidare deve compilare e inviare la domanda utilizzando le funzioni a disposizione sul sito del Ministero dell’Istruzione, nella sezione Istanze online.

Per accedere a Istanze OnLine è possibile utilizzare le credenziali dell’area riservata del Portale ministeriale oppure una identità digitale SPID o CIE. In entrambi i casi occorre essere abilitati al servizio Istanze OnLine.

Per questo motivo, chi non è abilitato, sono disponibili dei vademecum appositi.

Bisogna ricordare che a partire dal 28 febbraio 2021 l’accesso ai servizi del Ministero dell’Istruzione può essere fatto esclusivamente con credenziali digitali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale).

Inoltre, per accedere e presentare la domanda l’aspirante dovrà avere

– un indirizzo di posta elettronica istituzionale o altro indirizzo;
– Acrobat Reader.

C’è inoltre da sottolineare che i dirigenti scolastici possono utilizzare Username e password, ottenute con la procedura di Registrazione e la successiva abilitazione al servizio Istanze OnLine, per
accedere all’istanza, mentre i docenti devono utilizzare l’identità digitale SPID o CIE.

Esiste anche la possibilità di delegare qualcun altro per la domanda: in caso di necessità, infatti, si può delegare un altro utente, purché abilitato al servizio Istanze OnLine, per operare ed inoltrare la domanda.

Per fare ciò basta accedere alla funzione Ricerca utente per delega, presente nel menu Funzioni di servizio di Istanze OnLine.

Il delegato in questione può accedere e operare nell’Area Riservata Istanze OnLine per conto dell’utente delegante fino alla scadenza o alla revoca della delega stessa.

Da sottolineare che se l’aspirante ha concesso una delega a un altro utente, l’aspirante non può operare all’interno del sistema a meno che non revochi la delega. L’utente delegato può consultare il modulo della domanda, dopo che è stata inviata, nella sezione “Archivio”.

Sulla home page personale di Istanze online l’aspirante vedrà di avere a disposizione l’elenco delle
istanze disponibili, legate ai vari procedimenti amministrativi. Tra queste ci sarà anche:

 

 

Le informazioni dell’utenza loggata al servizio verranno visualizzate, in alto nell’intestazione delle pagine, con data e ora dell’ultimo accesso effettuato (se disponibile).
La sezione dell’Istanza, oltre a consentire l’accesso alla compilazione vera e propria, offre anche altri servizi:

– Riferimenti normativi e scadenze amministrative per consultare la normativa di riferimento;
– Assistenza Web per leggere le FAQ disponibili;
– Istruzioni per la compilazione per avere indicazioni operative sulla funzione.

Per compilare l’istanza l’aspirante deve selezionare il pulsante Vai alla compilazione. Il sistema prospetta una pagina informativa con alcune dichiarazioni obbligatorie che l’aspirante deve leggere attentamente.

Scelta della domanda

Per quanto riguarda la scelta della domanda, il sistema a questo punto mostra l’elenco delle domande che l’aspirante può compilare:

Modello ES-E: istanza di iscrizione all’elenco regionale dei Presidenti delle commissioni dell’esame di Stato;
Modello ES-1: istanza di nomina nelle commissioni dell’esame di Stato.

La guida del Ministero specifica a tal proposito alcune cose da tenere a mente:

  • La prima volta entrambi i modelli sono nello stato “Da Inoltrare”.
  • Per partecipare al procedimento di nomina gli aspiranti al ruolo di Presidente o Presidente/Commissario devono compilare, avendone i requisiti, prima il modello ES-E e poi il modello ES-1.
  • Per partecipare al procedimento di nomina esclusivamente per il ruolo di Commissario esterno va compilato solo il modello ES-1.

Istanza di iscrizione all’elenco regionale dei Presidenti

Dopo aver scelto il modello, l’utente visualizza una pagina con i dati anagrafici, recapito, posizione giuridica e ruolo.

I dati anagrafici, residenza e recapito sono modificabili da Funzioni di servizio su Istanze online. Nel campo Anni di servizio l’aspirante dichiara il numero degli anni di servizio di ruolo.

Da tenere a mente che se il comune o la provincia di residenza attuali sono diversi da quelli visualizzati dall’aspirante, è necessario aggiornarli prima di intraprendere la compilazione delle istanze di partecipazione agli Esami.

Inoltrare la domanda

Per inoltrare la domanda l’aspirante seleziona il pulsante Inoltra. A questo punto infatti il sistema chiede di confermare l’operazione con la digitazione del codice personale e il clic sul pulsante Inoltra.

Una volta effettuato l’inoltro della domanda il sistema salva le informazioni del modello ES-E, registra il modello in formato PDF nella sezione Archivio della Home Page di Istanze online, con un proprio numero di protocollo, e invia una mail all’utente come ricevuta dell’avvenuta presentazione.

Istanza nomina Presidenti

Dopo aver scelto il modello ES-E all’aspirante viene prospettata di nuovo la pagina con le informazioni personali.

Come inserire i dati di insegnamento

  • I docenti di religione, i docenti di sostegno e i docenti a riposo devono obbligatoriamente dichiarare il possesso dell’abilitazione all’insegnamento per procedere.
  • L’informazione relativa al Possesso di laurea quadriennale o specialistica è obbligatoria per tutti i docenti con posizione giuridica F, occorre spuntare Sì oppure No.
  • L’aspirante deve dichiarare se Presta contemporaneamente servizio in altro istituto secondario di secondo grado paritario: occorre spuntare Sì oppure No. L’indicazione
    Sì preclude la possibilità di presentare la domanda di partecipazione

Per quanto riguarda la sezione dati di servizio, l’aspirante dovrà dichiarare gli istituti in cui presta servizio o ha prestato servizio nei due anni scolastici precedenti.

Si possono inserire fino a 14 preferenze, nella provincia di servizio o di residenza, per il trattamento a domanda nella fase territoriale comunale o provinciale.
Sulla pagina ad hoc l’aspirante può selezionare la provincia di servizio o di residenza e cliccare il pulsante Aggiungi sede, per indicare le unità territoriali da considerare nelle fasi di nomina “a domanda”. Le preferenze sono comunque facoltative.

Anche in questo caso per inoltrare la domanda anche in questo caso è necessario essere in possesso del codice personale.

Dopo aver inoltrato la domanda il sistema salva le informazioni del modello ES-1, registra il modello in formato PDF nella sezione Archivio della Home Page di Istanze online, con un proprio numero di protocollo, e invia una mail all’utente come ricevuta dell’avvenuta presentazione.

Una volta salvate, entrambe le domande possono essere visualizzate, aggiornate e cancellate.

In questo caso il sistema, in fase di accesso, ne rileva la presenza e prospetta la pagina, dove l’aspirante può:
– annullare l’inoltro della domanda già trasmessa cliccando sul tasto Annulla Inoltro prima di rettificarla;
– effettuare il download del pdf della domanda cliccando sul tasto Stampa PDF;
– cancellare entrambi i modelli già inseriti cliccando sul tasto Cancella Domande.

GUIDA

NOTA e allegati

Maturità 2023, al via su Istanze online le domande per presidenti e commissari esterni. Guida Ministero

WhatsApp
Telegram

Percorsi abilitanti riapertura straordinaria 60 cfu. Scadenza adesioni 24 giugno. Contatta Eurosofia