Maturità 2022, valutazione prove: punteggi con decimali e arrotondamento. Come procedere

WhatsApp
Telegram

Valutazione delle prove d’esame di Stato conclusivo del secondo ciclo di istruzione a.s. 2021/22. Voti con decimali e arrotondamento.

Esame 2021/22

L’esame di Stato di II grado, ai sensi dell’articolo 17 dell’OM n. 65/2022, consiste in tre prove:

  1. prima prova scritta nazionale di italiano;
  2. seconda prova scritta su una o più discipline caratterizzanti il corso di studio (predisposta da tutti i docenti delle sottocommissioni operanti nella scuola, titolari della disciplina oggetto della prova medesima);
  3. colloquio.

Valutazione delle prove

La sottocommissione predispone di un massimo di:

  • 15 punti per la prova scritta di italiano;
  • 10 punti per la seconda prova scritta;
  • 25 punti per il colloquio.

Griglie di valutazione

La valutazione delle prove scritte avviene sulla base delle griglie elaborate dalla commissione, ai sensi:

  • del quadro di riferimento allegato al DM n. 1095/2019, per la prima prova scritta;
  • dei quadri di riferimento allegati al DM n. 769/2018, per la seconda prova scritta.

La valutazione del colloquio avviene in base alla griglia di valutazione di cui all’allegato A all’OM n. 65/2022.

Il punteggio delle prove scritte è espresso in ventesimi e poi va convertito in quindicesimi per la prima prova e in decimi per la seconda prova,  sulla base delle tabelle 2 e 3 di cui all’allegato C alla suddetta OM.

Il punteggio del colloquio è espresso in venticinquesimi.

Punteggi con decimali e arrotondamento

Il Ministero dell’Istruzione, con nota n. 7340/2022, ha fornito ulteriori chiarimenti in merito all’attribuzione del punteggio alle succitate prove, evidenziando che:

  • le tabelle di conversione del punteggio delle prove scritte, di cui all’allegato C all’ordinanza, e la griglia per la valutazione del colloquio, di cui all’allegato A, prevedono la possibilità di assegnare alle singole prove di esame un punteggio con decimale;
  • l’eventuale arrotondamento va effettuato una sola volta, dopo aver sommato i singoli
    punteggi conseguiti nelle due prove scritte e nel colloquio, sul punteggio totale conseguito nelle prove d’esame.

Conseguentemente, la sottocommissione deve procedere nel modo seguente:

  1. attribuzione voto prove scritte in ventesimi:
  2. conversione voto prima prova scritta in quindicesimi, con eventuale punteggio decimale;
  3. conversione voto seconda prova scritta in decimi, con eventuale punteggio decimale;
  4. attribuzione voto colloquio in venticinquesimi, con con eventuale punteggio decimale;
  5. somma punteggi prove scritte e colloquio;
  6. eventuale arrotondamento all’unità superiore sul punteggio totale conseguito nelle prove (scritte e colloquio)

Esempio

Alunno consegue i seguenti voti:

  • prima prova scritta 18/20; convertiti in quindicesimi= 13.50/15
  • seconda prova scritta 17/20; convertiti in decimi 8.50/10;
  • colloquio 21.50/25
  • voto prove= 13.50+8.50+21.50= 43.50
  • voto prove (con arrotondamento)= 44

Tabelle conversione prove scritte:

Griglia valutazione colloquio

Voto finale

Il voto finale in centesimi è frutto della somma dei punteggi di:

  • prova scritta di italiano (max 15 punti)
  • seconda prova scritta (max 10 punti)
  • colloquio (max 25 punti)
  • credito scolastico (max 50 punti)
Maturità ed esame di terza media, tutto quello che c’è da sapere. [VIDEO GUIDA e PDF]
Maturità 2022, le prove Invalsi e i PCTO non saranno requisiti di accesso. ORDINANZA [PDF]

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur