Maturità 2022, quando serve il plico cartaceo. Sarà custodito dalle Forze dell’ordine. NOTA

WhatsApp
Telegram

Con la nota 13361 del 23 maggio, il Ministero dell’Istruzione fornisce indicazioni per la custodia dei plichi cartacei. I plichi cartacei sono circa una ventina e sono utilizzati per le prove di non vedenti, detenuti e degenti. Normalmente i plichi per la prima prova vengono infatti trasmessi con plico telematico, di cui il Ministero ha già fornito le indicazioni con precedente nota.

Indicazioni operative:

1 All’atto della consegna dei plichi ai dirigenti scolastici degli istituti sedi di esame o ai loro delegati, le SS.LL. informeranno gli stessi che i rispettivi plichi contenenti la traccia della prima prova di esame devono, a loro cura, essere immediatamente affidati all’Ufficio di Polizia di Stato o al Comando o Stazione dell’Arma dei Carabinieri più vicino all’istituto sede di esame.
Analogamente dovrà provvedersi nell’ipotesi in cui gli istituti abbiano più sedi di esame, curando, in questo caso, che per ciascuna sede sia delegata una persona diversa.

2. Nel caso in cui, effettuata la distribuzione di cui sopra, venga a constatarsi l’assenza, per qualsivoglia causa, di taluni dirigenti scolastici o loro delegati, le SS.LL., in caso di necessità, prenderanno contatto con il Prefetto perché le Forze dell’ordine provvedano al ritiro, presso la sede indicata dalle SS.LL. stesse, dei plichi non distribuiti. Nella circostanza, dopo i necessari accertamenti e previe intese intercorse con gli interessati, le SS.LL. avranno cura di indicare alle Forze dell’ordine la/le persone autorizzate a ricevere, nel giorno stabilito e nei locali scolastici, il plico i plichi.

3. I singoli Uffici di Polizia di Stato o Comandi o Stazioni dell’Arma dei Carabinieri, a ciò come sopra interessati, provvederanno alla custodia dei plichi consegnati e alla restituzione degli stessi alla medesima persona che li aveva loro affidati o alla persona indicata dalle SS.LL., recapitandoli alle ore 7,30 del giorno 22 giugno p.v. presso l’istituto sede di esame.

4. Per agevolare l’individuazione dell’istituto, ai fini del corretto svolgimento dell’operazione di cui al precedente punto 3, il dirigente scolastico o il delegato, al momento della consegna dei plichi alle Forze dell’ordine, indicherà all’esterno del rispettivo plico il proprio nominativo e, ove non risulti già indicata, la denominazione dell’istituto destinatario. Nel caso in cui la consegna dei plichi alle Forze dell’ordine avvenga secondo le modalità di cui all’ultimo capoverso del precedente punto 2, le predette annotazioni sul plico sono apposte a cura delle SS.LL. o dei propri delegati.

5. Il dirigente scolastico o il suo delegato o la persona autorizzata come dall’ultimo capoverso del precedente punto 2, non appena ricevuto, nella mattinata del 22 giugno p.v., il plico o i plichi da parte delle Forze dell’ordine, provvederà a consegnarli ai rispettivi presidenti delle commissioni o ad uno dei commissari a ciò delegato secondo le modalità già note

NOTA 13361

Indicazioni plico telematico

Maturità 2022, dall’invio del plico telematico all’uso dei cellulari durante le prove: indicazioni del Ministero [NOTA]

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur