Maturità 2022, Giannelli critica: “Vengono promossi tutti, non ha funzione valutativa”

WhatsApp
Telegram

“L’esame di Maturità non ha una vera funzione valutativa perché come possiamo vedere vengono promossi tutti i ragazzi, e vengono promossi sostanzialmente con delle valutazioni che ricalcano quelle conseguite durante il periodo scolastico, non è altro che una riconferma delle valutazioni assegnate dai docenti”.

Così all’Adnkronos, Antonello Giannelli, presidente dell’Associazione Nazionale Presidi, alla vigilia della prima prova dell’esame di Maturità, il tema d’italiano, che si svolgerà domani.

“Ritengo invece che questo esame abbia indubbiamente un valore importante per i ragazzi, sia dal punto di vista psicologico che dal punto di vista antropologico, perché viene vissuto in qualche modo come un rito di passaggio all’età adulta. – ha aggiunto Giannelli – Credo che questo vada valorizzato perché non si può disprezzare quello che è l’impegno dei ragazzi come anche l’ansia di dover affrontare una prova sicuramente diversa sulla carta da quelle che hanno affrontato in precedenza. Andrebbe ripensata la formula dell’esame mantenendo la cornice formativa e psicologica facendo anche spendere meno soldi alla collettività”.

E per domani Giannelli esprime “un in bocca al lupo ragazzi: siate fiduciosi in voi stessi, abbiate fiducia nei docenti e di ricordatevi che verrà presa in considerazione quella che è la vostra opinione motivata di quello che hanno studiato. Non serve ripetere a memoria ma dovete riuscire a esprimere quello che pensate, a prendere una posizione ovviamente motivandola come una persona adulta…”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur