Maturità 2022, candidati esterni: quando si attribuisce il credito scolastico

WhatsApp
Telegram

L’esame di Stato conclusivo del secondo ciclo di istruzione a.s. 2021/22 è disciplinato dall’OM n. 65/2022. Credito scolastico candidati esterni.

Maturità 2022, due prove scritte e orale. Meno peso alla seconda prova. Ecco ordinanza ministeriale. SCARICA PDF

Esame di Stato 2021/22

L’esame di Stato di II grado a.s. 2021/22 consiste in tre prove:

  1. prima prova scritta nazionale di italiano;
  2. seconda prova scritta su una o più discipline caratterizzanti il corso di studio (predisposta da tutti i docenti delle sottocommissioni operanti nella scuola titolari della disciplina oggetto della prova medesima);
  3. un colloquio.

Candidati esterni

L’ammissione all’esame di Stato dei candidati esterni è subordinata al superamento degli esami preliminari e al possesso di determinati requisiti. Leggi al riguardo: Maturità 2022, candidati esterni: requisiti ammissione ed esame preliminare. Tutte le info

Credito scolastico

Il credito scolastico, per gli esami a.s. 2021/22, è pari a 50 punti, come leggiamo nell’articolo 11 dell’OM n. 65/2022.

In base a quanto disposto dalla citata OM, si deve dapprima attribuire il credito scolastico per la classe quinta, sommandolo a quello assegnato per le classi terza e quarta, sulla base della tabella (Allegato A) allegata al D.lgs. 62/2017 che è in quarantesimi, e poi convertire il predetto credito in cinquantesimi, sulla base della tabella 1 di cui all’allegato C all’OM.

In pratica, l’attribuzione del credito avviene in due step:

  1. attribuzione del credito in quarantesimi sulla base dell’Allegato A al D.lgs. 62/2017 (a tal fine si somma: credito terzo anno, credito quarto anno e credito attribuito per il quinto anno);
  2. conversione in cinquantesimi, in base alla tabella allegata all’OM, del credito attribuito in quarantesimi.

Per approfondire la modalità di attribuzione del credito leggi Maturità 2022, attribuzione e conversione credito scolastico. Come procedere

La modalità di attribuzione descritta nel predetto articolo (quindi i due passaggi per giungere all’attribuzione del credito in cinquantesimi), sebbene si riferisca agli interni, è la medesima per gli esterni.

Credito scolastico esterni 

Il credito scolastico ai candidati esterni è attribuito dal consiglio di classe, davanti al quale gli stessi sostengono l’esame preliminare, sulla base di:

  • documentazione del percorso scolastico;
  • risultati delle prove preliminari.

L’attribuzione del punteggio avviene in base a quanto previsto nella tabella di cui all’Allegato A al D.lgs. n. 62/2017. Una volta attribuito il credito in quarantesimi in base alla predetta tabella, come detto sopra, si deve poi procedere alla conversione in cinquantesimi in base alla tabella allegata all’OM (come illustrato nell’articolo sopra linkato).

Casi particolari

L’ordinanza ministeriale, riguardo all’attribuzione del credito ai candidati esterni, disciplina i seguenti casi particolari:

– per i candidati esterni, che siano stati ammessi o dichiarati idonei all’ultima classe a seguito di esami di maturità o di Stato, il credito scolastico è attribuito:

  • sulla base dei risultati delle prove preliminari per la classe quinta;
  • nella misura di punti otto per la classe quarta, se il candidato non è in possesso di promozione o idoneità per la classe quarta;
  • nella misura di punti sette per la classe terza, se il candidato non è in possesso di promozione o idoneità alla classe terza.

– per i candidati esterni in possesso di promozione o idoneità alla classe quinta del corso di studi, il credito scolastico relativo alle classi terza e quarta è il credito già maturato nei precedenti anni.

Tutto sugli esami di maturità 2022

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur