Maturità 2022: calendario, prove d’esame, voto finale, integrazione e lode. FAQ

WhatsApp
Telegram

L’esame di Stato conclusivo del secondo ciclo di istruzione a.s. 2021/22 è disciplinato dall’OM n. 65/2022: calendario operazioni d’esame, prove, voto finale, integrazione dello stesso e lode. FAQ

Calendario esami

D. Qual è il calendario degli esami 2021/22?

R. Il calendario delle operazioni d’esame è il seguente:

  • 20 giugno 2022 ore 8.30: riunione plenaria della commissione;
  • 22 giugno 2022 dalle ore 8:30: prova scritta di italiano (durata prova: sei ore);
  • 23 giugno 2022: seconda prova scritta (la durata della prova è indicata nei quadri di riferimento allegati al DM n. 769/2018. Qualora i predetti quadri di riferimento prevedano un range orario, la durata è definita dalla sottocommissione. Se per ragioni organizzative non è possibile svolgere la prova nella medesima giornata del 23/06 per le due classi assegnate alla commissione, il Presidente può decidere di far svolgere la prova ad una delle due classi il 24 giugno, ferma restando l’eventuale prosecuzione della prova nei giorni successivi per gli indirizzi nei quali detta prova si svolge in più giorni);
  • calendario dei colloqui: definito dalla commissione
  • 6 luglio 2022 dalle ore 8:30: prima prova scritta suppletiva;
  • 7 luglio 2022 (con eventuale prosecuzione nei giorni successivi per gli indirizzi nei quali detta prova si svolge in più giorni): seconda prova scritta suppletiva.

Prove

D. Quali prove svolgono gli alunni in sede d’esame?

R. L’esame consiste in tre prove: prima prova scritta nazionale di italiano; seconda prova scritta su una disciplina caratterizzante il corso di studio; colloquio.

D. In cosa consiste la prova di italiano?

R. La prova scritta nazionale di italiano consiste nella redazione di un elaborato con differenti tipologie testuali in ambito artistico, letterario, filosofico, scientifico, storico, sociale, economico e tecnologico. Nello specifico, ai candidati sono proposte sette tracce (tra cui sceglierne una) con tre diverse tipologie: analisi e interpretazione del testo letterario, analisi e produzione di un testo argomentativo, riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su tematiche di attualità.

D. In cosa consiste  la seconda prova scritta? 

R. La seconda prova si svolge in forma scritta, grafica o scritto-grafica, pratica, compositivo/esecutiva musicale e coreutica ed ha per oggetto una disciplina caratterizzante il corso di studio, come individuata negli allegati B/1, B/2, B/3 all’OM 65/2022.

D. Chi e come predispone la seconda prova scritta? 

R. Per tutte le classi quinte dello stesso indirizzo, articolazione, opzione presenti a scuola, la prova è predisposta dai docenti della disciplina oggetto della medesima (prova) e facenti parte di tutte le sottocommissioni operanti
nell’istituzione scolastica. I predetti docenti elaborano collegialmente, entro il 22 giugno 2022, tre proposte di tracce, sulla base delle informazioni contenute nei documenti del consiglio di classe di tutte le classi coinvolte; tra tali proposte viene sorteggiata, il giorno dello svolgimento della seconda prova scritta, la traccia che verrà svolta in tutte le classi coinvolte.

D. Come si procede nel caso in cui a scuola vi sia un’unica classe di un determinato indirizzo, articolazione, opzione? 

R. In tal caso, l’elaborazione delle tre proposte di tracce è effettuata dalla singola sottocommissione, entro il 22 giugno 2022, sulla base delle informazioni contenute nel documento del consiglio di classe e delle proposte avanzate dal docente titolare della disciplina oggetto della prova. Il giorno dello svolgimento della prova si procede al sorteggio.

D. Come si svolge il colloquio? 

R. Il colloquio inizia con l’analisi del materiale proposto dalla sottocommissione (consistente in testi, documenti, esperienze, progetti e problemi); prosegue poi con l’esposizione, mediante una breve relazione o un lavoro multimediale, dell’esperienza svolta nell’ambito dei percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento (PCTO), con riferimento al percorso complessivamente effettuato, tenuto conto delle criticità determinate dall’emergenza pandemica. Nel corso del colloquio, infine, il candidato deve dimostrare di aver maturato le competenze di Educazione civica, come definite nel curricolo d’istituto e previste dalle attività declinate nel documento del consiglio di classe.

D. E’ possibile che un singolo candidato svolga il colloquio a distanza?

R. Sì, l’OM prevede che il presidente, preso atto dell’eventuale richiesta (corredata dalla relativa documentazione), disponga lo svolgimento del colloquio in video conferenza per i candidati che siano impossibilitati a lasciare il proprio domicilio, per malattia o altri gravi documentati impedimenti.

D. E’ possibile che tutti i colloqui si svolgano a distanza?

R. Sì, i lavori delle commissioni e i colloqui possono svolgersi in videoconferenza per cause legate all’emergenza epidemiologica e se le disposizioni delle autorità competenti lo prevedano.

D. E’ possibile svolgere le prove scritte a distanza?

R. No, le prove scritte devono svolgersi necessariamente in presenza.

D. Come sono valutate le prove e il colloquio?

R. La commissione dispone di un punteggio massimo di:

  • 15 punti per la prova di italiano;
  • 10 punti per la seconda prova:
  • 25 punti per il colloquio.

D. Quando vanno corrette le prove scritte?

R. La sottocommissione è tenuta a iniziare la correzione delle prove scritte al termine della seconda prova scritta, dedicando un numero di giorni congruo rispetto al numero dei candidati da esaminare.

D. Quando va attribuito il voto del colloquio?

R. Il voto del colloquio è attribuito nel medesimo giorno in cui lo stesso si svolge.

Voto finale

D. Come si attribuisce il voto finale?

R. Il voto finale in centesimi scaturisce dalla somma dei punteggi di:

  • prova scritta di italiano (max 15 punti)
  • seconda prova scritta (max 10 punti)
  • colloquio (max 25 punti)
  • credito scolastico (max 50 punti)

L’esame è superato con il punteggio minimo di 60/100.

D. Quando è possibile integrare il punteggio finale?

R. Fermo restando il punteggio massimo di 100/100, la sottocommissione può integrare il punteggio finale fino a un massimo di 5 punti, per i candidati che abbiano conseguito: un credito scolastico di almeno 40 punti e un risultato complessivo nelle prove d’esame (scritti e colloquio) pari almeno a 40 punti. Tale integrazione deve avvenire sulla base dei criteri definiti dalla medesima sottocommissione in sede di riunione preliminare.

D. Quando è possibile attribuire la lode? 

R. La sottocommissione può attribuire la lode ai candidati che ottengono il punteggio massimo di 100/100 senza l’integrazione di cui sopra, a condizione che gli stessi (candidati) abbiano conseguito: il credito scolastico massimo con voto unanime del consiglio di classe e il punteggio massimo previsto alla prova d’esame.

Maturità 2022, indicazioni prove scritte e colloquio. TUTTE LE GUIDE con ORDINANZA DA SCARICARE

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur