Maturità 2022, “Bianchi ascoltaci, vogliamo la tesina come l’anno scorso”. La protesta degli studenti di fronte al Ministero [VIDEO RACCONTO]

WhatsApp
Telegram

“Gli immaturi siete voi” e “Bianchi ascoltaci”. Sono questi gli striscioni che gli studenti e le studentesse hanno srotolato oggi pomeriggio davanti al ministero dell’Istruzione a Roma, per protestare contro l’esame di maturità.

Una giornata di mobilitazione nazionale quella di oggi, indetta dalla Rete degli Studenti Medi, per ribadire che, nonostante le parziali modifiche apportate ieri dal ministero, gli studenti restano contrari alla reintroduzione delle due prove scritte. E questo perché, come recita un cartello di una studentessa, negli ultimi due anni hanno “passato più tempo in dad che in presenza”.

E a chi li ha definiti ‘viziati’, gli studenti rispondono: “Non lo siamo, vogliamo solo normalità”. 

Nel pomeriggio il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi ha ricevuto una delegazione di studenti e studentesse per confrontarsi con loro. Secondo quanto raccolto da Orizzonte Scuola, il ministro ha confermato che la decisione sulla maturità è presa, dunque le due prove scritte più l’orale rimangono.

“Siamo amareggiati da questo incontro” spiega Tommaso Biancuzzi della Rete degli studenti Medi. “Finalmente il Ministro ci convoca, dopo questa ondata di mobilitazioni. Ci aspettavamo, però, di poter costruire un esame diverso. Oggi ci è stata comunicata una decisione senza nessuna disponibilità a discutere. Apprezziamo le aperture sugli altri temi aperti della scuola pubblica, come il Pcto e la Salute Mentale, ma non basta nemmeno lontanamente. Il no di Bianchi su tutte le nostre proposte sulla maturità non può che portarci a continuare la mobilitazione”

Maturità 2022, cambia il punteggio: 50 punti le prove e 50 i crediti del triennio. La seconda prova sarà decisa a livello di istituto. NUOVA ORDINANZA [BOZZA]

VIDEO RACCONTO a cura di Patrizia Montesanti

FOTO del flash mob di fronte il Ministero dell’Istruzione

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VIII ciclo 2023: requisiti di accesso e corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro, offerta in scadenza