Maturità 2022, arriva la contro-petizione: ripristiniamo le prove scritte. Quasi 3mila firme

WhatsApp
Telegram

Pare ormai chiaro che il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, confermi l’impianto degli ultimi due anni per la maturità: prova orale e tesina più commissione interna con presidente esterno.

Nelle scorse settimane ha spopolato sui social una petizione portata avanti dagli studenti con oltre 40mila firme per chiedere l’abolizione delle prove scritte. Da alcuni giorni, invece, è attiva, sempre su Change.org, un’altra petizione per chiedere, invece, il ripristino delle prove scritte. Già oltre 2500 le firme.

Si legge nel testo della petizione: “L’eliminazione delle prove scritte dagli ultimi due Esami di Stato ha risposto a una situazione di emergenza, ma è auspicabile che esse vengano ripristinate per non privare l’esame di elementi davvero qualificanti (in primis per chi lo sostiene): la produzione di un elaborato in lingua italiana, atto ad accertare le capacità espressive e le competenze argomentative che la scuola è chiamata a fornire; la prova di indirizzo, che misura e valorizza competenze specifiche del corso di studio”.

E ancora: “Nell’arco del quinquennio, agli insegnanti si chiede di valutare gli studenti tramite prove sia scritte sia orali proprio perché diverse modalità di verifica valorizzano e misurano capacità e competenze diverse”.

I proponenti, dunque, chiedono: “Non si comprende perché tale complementarità debba venire meno in sede di Esame, momento di sintesi del percorso scolastico. L’elaborato di indirizzo e l’analisi orale di un testo noto non possono rappresentare un sostituto efficace ed equipollente di prove svolte a prima vista (pertanto certamente prodotte dal candidato): se la scuola che si auspica è quella che dota gli allievi di strumenti e non li infarcisce di mere nozioni, anche l’esame dovrebbe verificare l’acquisizione di tali strumenti attraverso le medesime strategie adoperate nei cinque anni precedenti”.

Maturità 2022, orale più tesina: un altro esame senza prove scritte. Bianchi verso la decisione

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito