Maturità 2021, per gli studenti ok al modello dello scorso anno

Stampa

Gli studenti, secondo un sondaggio di Scuola.net, sono propensi ad adottare il modello di esami di stato dello scorso anno. Tuttavia, chiedono al Ministero di decidere al più presto.

La Maturità 2021? Agli studenti che la dovranno affrontare non dispiacerebbe affatto se venisse riproposto il modello adottato lo scorso anno: un maxi-orale su tutte le materie, a giugno e in presenza, con una commissione il più possibile interna e con un punteggio che punti a valorizzare più la carriera scolastica che la prova finale.

È quanto emerso da un sondaggio effettuato da Skuola.net su un campione di 1500 ragazzi di quinto superiore, che i maturandi lanciano al Ministero dell’Istruzione. 

L’importante, fanno sapere i ragazzi, è che la formula d’esame venga ufficializzata quanto prima, per evitare le incertezze e le polemiche che hanno accompagnato la Maturità 2020. 

Insomma un copia e incolla dell’esame di Stato andato in scena qualche mese fa, con la sola differenza di definire le regole del gioco subito.

Va detto però, la platea è spaccata a metà: se una timida maggioranza (53%) è favorevole, c’è un 47% che, vista la situazione, l’esame preferirebbe non farlo proprio. E, come avvenuto la scorsa primavera, il popolo dei NoMat si sta organizzando con pagine social dedicate e con una petizione su Change.org che in poco di più di tre settimane ha superato di slancio il traguardo dei 15.000 firmatari.

Per i ”nomaturita21” la motivazione chiave è che la didattica a distanza, che sta caratterizzando anche quest’anno scolastico, non permette di prepararsi adeguatamente per una prova così importante: lo sostiene il 49% dei ‘contrari’. Mentre il 27% è convinto che non servaun esame vero e proprio per valutare la preparazione.

I sostenitori della maturità ad ogni costo si aggrappano, invece, soprattutto all’effetto nostalgia: per il 48% si tratta di un passaggio importante nella vita di ogni ragazzo, che non può essere cancellato; il 24% crede che un momento che suggelli il percorso fatto serva a certificare l’impegno profuso durante il quinquennio.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur