Maturità 2021, Meloni (FdI): “Tutto cambia perché nulla cambi. Bianchi è fotocopia Azzolina in salsa PD”

Stampa

La maturità 2021 dovrebbe rimanere come quella del 2020: maxi orale (più elaborato multidisciplinare) al posto dell’esame tradizionale composto da due scritti e un orale.

A breve il Ministero dell’Istruzione emanerà un’ordinanza in tal senso. Non mancano, già, i primi riscontri politici alle parole di Patrizio Bianchi.

Sull’argomento è intervenuta la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni: “Tutto cambia perché nulla cambi. Bianchi  come la Azzolina: l’ex assessore nelle Giunte Pd Errani e Bonaccini ed ex capo della task force del ministro Cinquestelle annuncia la cancellazione delle prove scritte alla maturità. Ci chiediamo come si possa conciliare l’impegno del presidente Draghi ad investire nella  scuola e sui giovani se il primo atto del suo ministro dell’Istruzione è dare un altro colpo al merito e alla valutazione, in perfetta continuità col suo predecessore. La scuola avrebbe meritato qualcosa  di meglio di una fotocopia in salsa Pd della Azzolina”. 

Maturità 2021, Bianchi: “Non sarà una tesina, ma un elaborato su materie di indirizzo.” Maxi orale, ammissione stabilita dal consiglio di classe

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur