Maturità 2021, Giannelli (ANP) al prossimo Ministro: “Fare presto ma non di fretta”

Stampa

La maturità è dietro l’angolo e i ragazzi hanno quindi necessità di sapere il prima possibile cosa li aspetta, ma, allo stesso tempo, bisogna tener conto dell’evoluzione che potrà avere la pandemia per evitare improvvisi stop o ripensamenti. Da qui l’invito al nuovo ministro dell’Istruzione che sarà chiamato a prendere il posto dell’attuale inquilina di Viale Trastevere del presidente dell’Associazione Nazionale Presidi, Antonello Giannelli: “fare presto ma non in fretta”.

Certamente – sottolinea Giannelli all’Adnkronos – i ragazzi che dovranno affrontare l’esame di Stato quest’anno hanno bisogno di certezze, di sapere come dovranno affrontarlo, ma – avverte – aspetterei qualche settimana prima di emanare l’ordinanza che disciplina l’esame“.

Insomma, secondo Giannelli “occorre fare il prima possibile ma non di fretta. Non conosciamo l’andamento dell’epidemia e prendere decisioni affrettate può esporre al rischio di dover cambiare all’ultimo momento“.

Maturità 2021, la crisi di Governo ferma tutto: studenti e genitori impazienti. I presidi: niente ansia

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur