Maturità 2021: commissione si riunisce lunedì 14 giugno, colloqui dal 16. Maxi orale, max cinque candidati ogni giorno

Stampa

Esami di Stato secondaria II grado, le prime anticipazioni sull’ordinanza che in questo momento è al vaglio del CSPI il cui parere dovrebbe essere reso noto la prossima settimana. Nei giorni successivi dunque il Ministero pubblicherà l’ordinanza definitiva, alla quale rimandiamo per eventuali modifiche. Le indicazioni del presente articolo vanno intese come BOZZA.

Riunione preliminare commissione 14 giugno

Poichè la sessione d’esame con i colloqui orale, secondo quanto già anticipato dal Ministero,  inizierà il 16 giugno, lunedì 14 è il giorno di insediamento della commissione.

Nella seduta preliminare, constatate le eventuali assenze e attese le supplenze, verranno individuate le modalità di conduzione dei colloqui: quale delle due sottocommissioni inizierà per prima i colloqui, l’ordine tra candidati esterni ed interni, e il calendario di convocazione dei candidati in base alla lettera estratta per sorteggio.

Nella seduta preliminare verrà scelto, per ogni sottocommissione, un docente “vicepresidente” e un docente “segretario”.  Secondo la normativa degli anni precedenti, il primo riceverà una apposita retribuzione per questa mansione, il secondo no.

Nel corso della seduta i commissari esamineranno tutta la documentazione relativa ai candidati, accertando la regolarità dell’esame.

Max cinque candidati per ogni giornata d’esame

Lo scorso anno scolastico, ma la norma era tale da diversi anni, il numero max di candidati convocati per il colloquio, era di cinque. Numerose commissioni poi, stante le modalità con cui si svolge il colloquio, le  operazioni di pulizia dei locali tra un colloquio e l’altro, la possibilità di poter mettere a proprio agio lo studente, hanno optato per 4 studenti per giornata. Ma la decisione spetta alla singola commissione, il Ministero indicherà anche quest’anno solo il numero massimo.

Maxi orale

Il Ministro Bianchi propone per questo anno scolastico un’unica prova orale, con qualche differenza rispetto allo scorso anno scolastico. La differenza consiste nella preparazione dell’elaborato oggetto di esame, che sarà realizzato in un arco di tempo molto più ampio e che deve essere corrispondente all’intero percorso scolastico del candidato, e che può essere realizzato con l’ausilio anche di discipline diverse rispetto a quelli caratterizzanti che saranno scelte dal Ministero e comunicate con appositi allegati all’ordinanza.

Maturità 2021: commissari, documento 15 maggio, colloquio in quattro parti [FAQ e VIDEO]

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur