Maturità 2021: attribuzione voto finale, integrazione punteggio e lode. Cosa fa la sottocommissione

Stampa
esame di stato maturità

Esame di Stato di II grado a.s. 2020/21, valutazione finale candidati: cosa fa la sottocommissione e come scaturisce il voto finale. Pubblicazione esiti.

Esame 2020/21

L’esame di Stato conclusivo del secondo ciclo di istruzione a.s. 2020/21 si svolge con prove, requisiti di ammissione e valutazione finale in deroga a quanto previsto dal D.lgs. n. 62/2017 ed è disciplinato, solo per il corrente anno scolastico, dall’OM n. 53 del 3 marzo 2021, emanata ai sensi della legge n. 178/2020 e della legge n. 41/2020.

L’esame consiste in una sola prova orale.

Tempistica e adempimenti studenti e docenti

Questa la tempistica e gli adempimenti di docenti e studenti, l’inizio della sessione d’esame e delle relative operazioni:

  • assegnazione agli studenti dell’argomento dell’elaborato sulle discipline caratterizzanti da parte del consiglio di classe: entro il 30 aprile 2021 (il consiglio di classe provvede altresì all’indicazione, tra i membri designati delle sottocommissioni, di docenti di riferimento per l’elaborato, a ciascuno dei quali è assegnato un gruppo di studenti da seguire)
  • redazione del documento del consiglio di classe: entro il 15 maggio 2021
  • trasmissione dell’elaborato da parte degli studenti al docente di riferimento (e in copia alla scuola) per posta elettronica: entro il 31 maggio 2021
  • riunione plenaria commissione: 14 giugno 2021 ore 8.30
  • inizio sessione d’esame (dei colloqui): 16 giugno 2021 ore 8.30

Valutazione finale

La valutazione finale è effettuata dalla sottocommissione, che si riunisce al tal fine subito dopo i colloqui di propria competenza.

Attribuzione voto finale

A ciascun candidato è attribuito un voto in centesimi che scaturisce dalla somma di:

  1. punteggio ottenuto nel colloquio d’esame
  2. punteggio acquisito per il credito scolastico

ossia dalla somma dei seguenti punteggi:

  1. 40 punti (max colloquio)
  2. 60 punti (max credito)

L’esame è superato con un punteggio minimo di sessanta centesimi.

Integrazione punteggio

La sottocommissione, con adeguata motivazione, può integrare il punteggio finale fino a un massimo di  cinque punti, fermo restando il punteggio massimo di cento punti.

L’integrazione va effettuata sulla base dei criteri definiti dalla stessa sottocommissione in sede di riunione preliminare, secondo quanto già disposto dall’articolo 16, comma 8 – lettera b), dell’OM 53/21 e cioè che l’integrazione può avvenire per quei candidati che abbiano conseguito (sono necessari entrambi i requisiti):

  • un credito scolastico di almeno 50 punti
  • un risultato nella prova di esame pari almeno a 30 punti

Attribuzione lode

Il punteggio finale può essere accompagnato anche dalla lode che la sottocommissione può attribuire, in base ai criteri definiti in sede di riunione preliminare, ai soli candidati che:

  • conseguano il punteggio massimo di 100/100 senza fruire dell’integrazione suddetta
  • abbiano conseguito il credito scolastico massimo (60 punti) con voto unanime del consiglio di classe
  •  abbiano conseguito il punteggio massimo (40 punti) alla prova d’esame

Pubblicazione esiti

Al termine delle sopra riportate operazioni di valutazione e attribuzione voti, l’esito dell’esame con l’indicazione del punteggio finale conseguito, inclusa l’eventuale menzione di lode, è pubblicato tramite affissione di tabelloni presso la scuola sede della sottocommissione, nonché, distintamente per ogni classe, nell’area documentale riservata del registro elettronico, cui accedono gli studenti della classe di riferimento. 

Nel caso di mancato superamento dell’esame, nei tabelloni e nell’area riservata del registro elettronico va riportata la sola dicitura “Non diplomato”.

Il punteggio finale è riportato dalla sottocommissione sulla scheda di ciascun candidato e sui registri d’esame.

Maturità 2021: commissione interna, documento del 15 maggio, maxiorale. Guide, normativa, consulenza, video [SPECIALE]

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur