Maturità 2020, per il V anno 22 o 23 crediti sui 60 a disposizione. Ordinanza attesa questa settimana

di redazione

item-thumbnail

E mentre continua a far discutere la paventata scelta di far svolgere l’esame in presenza,  con Dirigenti Scolastici, sindacati, docenti e genitori preoccupati, si lavora alle questioni tecniche.

Il Ministro ha già anticipato durante una conversazione su Skuola.net che il colloquio varrà 40 punti, contro i 60 dei crediti attribuili al percorso scolastico. Si invertono i punteggi rispetto alla normativa dello scorso anno.

Riconversione crediti

Di conseguenza, i crediti già attribuiti per III e IV anno andranno riconvertiti.

Il peso maggiore naturalmente sarà dato dal V anno, per il quale – secondo l’anticipazione che riesce a darne il Corriere – potrebbe valere 22 o 23 punti.

Le due ipotesi sarebbero

  • 18 – 19 – 23
  • 18 – 20 – 22

Inutile dire che questa modifica, decisa a posteriori, potrebbe incidere sul voto finale.

Maturità 2020: al via dal 17 giugno, in presenza con mascherina, 40 punti per il colloquio

L’ordinanza è attesa questa settimana. Giovedì 7 maggio sindacati e Ministero si incontreranno per definire il protocollo di sicurezza.

Versione stampabile
soloformazione