Maturità 2020: 60 punti per il credito, fino a ventidue per la casse quinta. BOZZA

Stampa

Questa la distribuzione del credito scolastico, proposta dal Ministero nella bozza già illustrata ai sindacati e adesso al vaglio del CSPI. Il documento sarà ufficiale dopo il parere del CSPI e le eventuali modifiche che saranno apportate dal ministero. 

Le condizioni imposte dall’emergenza Coronavirus hanno portato ad un ripensamento dell’esame delle V classi della scuola secondaria di II grado.

L’esame consisterà in un colloquio alla presenza della commissione formata dagli insegnanti del consiglio di classe più il Presidente esterno (salvo casi di sostituzione dei commissari).

L’ordinanza che il Ministero si appresta a pubblicare modificherà anche il peso dei punteggi attribuibili agli esami. I docenti avranno a disposizione 60 punti per il credito e 40 per il colloquio. Il colloquio sarà valutato tramite una griglia nazionale.

La distribuzione dei crediti nel triennio

Fino a sessanta punti, di cui diciotto per la classe terza, venti per la classe quarta, ventidue per la classe quinta. 

Il Ministero metterà a disposizione la tabella di conversione dei crediti, per agevolare il lavoro dei componenti del consiglio di classe.

Per la classe III e IV si tratterà solo di trascrivere la conversione, poiché i crediti sono già stati attribuiti. Per le classi V invece i crediti vengono attribuiti in sede di scrutinio finale.

L’ordinanza precisa che sono candidati esterni – e quindi ammessi all’esame di Stato – tutti gli studenti che hanno frequentato l’ultimo anno di corso dei percorsi di istruzione secondaria di II grado presso istituzioni scolastiche e paritarie, anche in assenza dei requisiti di cui all’art. 13 comma 2 del Decreto L.vo 62/2017, ossia

  1. frequenza di tre quarti del monte ore annuale
  2. partecipazione alle prove Invalsi
  3. svolgimento attività PCTO ex Alternanza Scuola Lavoro
  4. votazione non inferiore ai sei decimi

C’è anche la previsione degli ottisti, ossia coloro che sostengono l’esame di Stato senza la frequenza del V anno scolastico.

La tabella di conversione del credito [BOZZA]

Stampa

L’Eco Digitale di Eurosofia, il 14 dicembre segui la Tavola rotonda:“Didattica a distanza e classe capovolta – Ambienti di apprendimento innovativi”