Maturità 2019, riunione plenaria 17 giugno: comunicazione assenti e aspetti organizzativi. Tutte le info

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il 17 giugno, giorno di insediamento delle commissioni degli esami di Maturità 2019, si avvicina.

Vediamo cosa dovranno fare il giorno della plenaria presidenti e commissari, secondo quanto previsto dall’OM 205/2019 e sulla base dei materiali pubblicati dall’USR Campania, ricordando il calendario d’esame.

Calendario

  • 17 giugno 2019 ore 8.30 riunione plenaria
  • 19 giugno 2019 ore 8.30 prima prova scritta
  • 20 giugno 2019 ore 8:30 seconda prova in forma scritta, grafica o scritto-grafica, pratica, compositivo/esecutiva, musicale e coreutica
  • 25 giugno 2019 ore 8:30 terza prova scritta (Tale prova si effettua negli istituti presso i quali sono presenti i percorsi EsaBac ed EsaBac techno e nei licei con sezioni ad opzione internazionale cinese, spagnola e tedesca)

Prove suppletive:

  • 3 luglio 2019 ore 8:30 prima prova scritta suppletiva
  • 4 luglio 2019 ore 8:30 seconda prova scritta suppletiva
  • 9 luglio 2019 8:30, per le scuole interessate, terza prova scritta

Plenaria

Il presidente e i commissari esterni delle due classi abbinate, unitamente ai membri interni di  ciascuna delle due classi, si riuniscono in seduta plenaria presso l’istituto di assegnazione il 17 giugno 2019 alle ore 8:30.

Queste le operazioni da svolgere:

  • comunicazione eventuali assenti
  • diario delle operazioni
  • altri aspetti organizzativi

Comunicazione eventuali assenti

Il Presidente di commissione (in mancanza il componente più anziano d’età) comunica immediatamente i nominativi degli eventuali assenti:

  • al Direttore Regionale se mancano il Presidente o commissari esterni;
  • al Dirigente scolastico dell’Istituto se mancano commissari interni.

Diario delle operazioni

Si definisce in base a sorteggio:

  • la classe/commissione che inizia prima i colloqui;
  • l’ordine di precedenza tra candidati interni ed esterni;
  • l’ordine alfabetico di convocazione dei candidati

In caso di commissari “a scavalco”, ossia che operano in due commissioni, i presidenti non procedono al sorteggio, ma concordano le date delle correzioni e dei colloqui al fine di evitare sovrapposizioni.

Vanno inoltre definiti:

  • l’ordine di successione tra le due classi/commissioni per le operazioni di valutazione degli elaborati e di valutazione finale;
  • la data di pubblicazione dei risultati.

Altri aspetti organizzativi

Il Presidente può delegare un proprio sostituto; quest’ultimo è unico tranne casi di necessità da motivare.

Il Presidente, inoltre, sceglie un commissario quale segretario per ciascuna classe/commissione.

Verbale

Il verbale della riunione plenaria congiunta deve essere riportato nei verbali di entrambe le classi/commissioni abbinate.

Materiali USR Campania

Tutto sulla nuova maturità

Versione stampabile
anief banner
soloformazione