Maturità 2019, riflessioni di un DS su seconda prova e colloquio

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Inviato da Prof.ssa Elina Massimo* – La recente uscita delle materie per l’esame di Stato 2019 è occasione per una prima riflessione sulla “nuova maturità”: mentre la prima prova non prevede particolari modifiche se non una riduzione del numero delle tracce e degli ambiti ed una semplificazione – di fatto – delle modalità di svolgimento, la doppia materia della seconda prova si presenta interessante.r

Se la scelta delle tematiche lo consentirà, questo approccio multidisciplinare permetterà agli studenti di esercitare realmente le competenze acquisite nell’utilizzare positivamente i contenuti disciplinari, di misurare la propria capacità di affrontare situazioni nuove e risolverle, di decifrare le tematiche con un approccio olistico e non parcellizzato al sapere.

L’adozione di griglie predefinite per la correzione e l’attribuzione dei punteggi delle prove dovrebbe inoltre comportare una maggiore equità sul territorio nazionale ed un approccio più oggettivo alla complessa e difficile questione della valutazione complessiva delle prestazioni degli studenti.

Qualche perplessità invece sulle modalità di organizzazione e di svolgimento del colloquio che – con riferimento al decreto legislativo n.62/2017 ed al decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca del 18/1/2019 – ha la finalità di accertare il conseguimento del profilo educativo, culturale e professionale dello studente.

Pur condividendo l’intento di dare al colloquio un profilo ampio e completo che comprenda le diverse esperienze effettuate dallo studente – dall’alternanza scuola-lavoro ai progetti nell’ambito di cittadinanza e costituzione al CLIL – risulta incerta e comunque complessa la fase di scelta e predisposizione dei materiali e poco chiaro il rapporto e l’equilibrio tra il riferimento alle diverse discipline e la necessità di un approccio multi e interdisciplinare.

Si auspica che, oltre alle previste simulazioni a livello nazionale, siano date al più presto ulteriori indicazioni in merito.

*Area della Dirigenza Scolastica – Delegazione Regionale UIL Scuola

Versione stampabile
anief banner
soloformazione