Maturità 2019, oggi debutta prova Italiano: sette tracce, tre tipologie. Cosa si può portare e cosa no, sorteggio lettera

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Debutta oggi la nuova Maturità targata Fedeli – Bussetti. Si svolgerà in tutte le scuole la prova di Italiano, che ha la durata di 6 ore.

La Chiave Ministero per decriptare tracce

Maturità 2019: la prova

Per la prima prova scritta saranno fornite sette tracce: due per la tipologia A, tre per la tipologia B e due per la tipologia C.

Tipologia A:  Analisi e interpretazione di un testo letterario italiano
Tipologia B: Analisi e produzione di un testo argomentativo
Tipologia C Riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su tematiche di attualità

Per ogni traccia il riferimento può essere ad ambito artistico, letterario, storico, filosofico, scientifico, tecnologico, economico, sociale.

Primi rumors sulle tracce: Ungaretti, Sciascia, Stajano, Bartali e Dalla Chiesa

I divieti del Ministero

E’ vietato usare telefoni cellulari , smartphone di qualsiasi tipo, dispositivi di qualsiasi natura e tipologia in grado di consultare file, di inviare fotografie e immagini, nonché apparecchiature a luce infrarossa o ultravioletta di ogni genere.  La violazione dei divieti comporta l’esclusione da tutte le prove.

Nelle 6 ore previste dalla prova  la scuola deve disattivare la connessione a internet  e devono essere resi  inacessibili aule e laboratori di informatica.

Non si possono usare libri di testo, nè altro cartaceo da cui è possibile copiare, possono essere consultati invece i dizionari.

Sorteggio della lettera da cui si parte per l’orale

Verrà estratta oggi la lettera dell’alfabeto per stabilire da chi si inizierà per il colloquio orale.

Il tema di Storia

“Il tema di storia veniva svolto solo dall’1,7% degli studenti. Non è stato questo governo a decidere di toglierlo dai temi della maturità. Voglio comunque rassicurare dicendo che sarà ugualmente presente in questo esame. Non si può argomentare un testo senza conoscere la storia”, ha affermato  il ministro nella videochat, che è andata in onda ieri sulla RAI all’interno del TG1.

In bocca al lupo dal Ministro

Il ministro Bussetti ha poi postato un video di in bocca al lupo ai maturandi “Siate consapevoli che ognuno di noi ha il compito di contribuire a rendere migliore questo mondo”. Al video si è aggiunta questa mattina una foto:

Ammesso il 96.3% degli studenti

Secondo le prime rilevazioni il tasso di ammissione all’Esame è del 96,3%

Versione stampabile
anief banner
soloformazione