Maturità 2019, nuovo modello Documento 15 maggio. Un esempio

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Entro il 15 maggio i docenti delle classe quinte della scuola Secondaria II grado sono chiamati, in sede di consiglio di classe, a predisporre un documento indispensabile per l’organizzazione e lo svolgimento dell’Esame di Stato.

La predisposizione del Documento del 15 maggio deve rispettare i criteri stabiliti nell’OM n.205/2019 (ordinanza sugli Esami di Stato)

Il documento esplicita i contenuti, i metodi, i mezzi, gli spazi e i tempi del percorso formativo, i criteri, gli strumenti di valutazione adottati e gli obiettivi raggiunti, nonché ogni altro elemento che lo stesso consiglio di classe ritenga utile e significativo ai fini dello svolgimento dell’esame.

Prima dell’elaborazione del testo definitivo del documento, i consigli di classe possono consultare, per eventuali proposte e osservazioni, la componente studentesca e quella dei genitori.

Documento del 15 maggio: base per la predisposizione dei percorsi del colloquio

In base al comma 5 del dm 37/2019 la commissione dedica un’apposita sessione alla predisposizione dei materiali per il colloquio, tenendo conto delle indicazioni fornite dal documento del 15 maggio.

La commissione d’esame dedica un’apposita sessione alla preparazione del colloquio. Nel corso di tale sessione,la commissione provvede per ogni classe, in coerenza con il percorso didattico illustrato nel documento del consiglio di classe,alla predisposizione dei materiali di cui al comma1 da proporre in numero pari a quello dei candidati da esaminare nella classe/commissione aumentato di due. Il giorno della prova orale il candidato sorteggerà i materiali sulla base dei quali verrà condotto il colloquio. Le modalità di sorteggio saranno previste in modo da evitare la riproposizione degli stessi materiali a diversi candidati.”

Nel documento quindi non ci devono essere dei percorsi già strutturati (questo è compito della commissione d’esame), ma l’indicazione dei lavori svolti con gli studenti, con tutte le indicazioni utili per la predisposizione dei materiali.

Indicazioni per il colloquio

Quali allegati

Al documento del 15 maggio possono essere allegati eventuali atti e certificazioni relativi alle prove effettuate e alle iniziative realizzate durante l’anno in preparazione dell’esame di Stato, ai percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento, previsti dal D.lgs. n.77/2005, agli stage e ai tirocini eventualmente effettuati.

Lo schema

1 Descrizione del contesto generale
1.1 Breve descrizione del contesto
1.2 Presentazione Istituto

2. Informazioni sul curricolo
2.1 Profilo in uscita dell’indirizzo (dal PTOF)
2.2 Quadro orario settimanale

3 Descrizione situazione classe
3.1 Composizione consiglio di classe
3.2 Continuità docenti
3.3 Composizione e storia classe

4 Indicazioni su strategie e metodi per l’inclusione

5 Indicazioni generali attività didattica
5.1 Metodologie e strategie didattiche
5.2 CLIL : attività e modalità insegnamento
5.3 Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento (ex ASL): attività nel triennio
5.4 Ambienti di apprendimento: Strumenti – Mezzi – Spazi -Tempi del percorso Formativo

6. Attività e progetti specificare i principali elementi didattici e organizzativi – tempi spazi- metodologie, partecipanti, obiettivi raggiunti)
6.1 Attività di recupero e potenziamento
6.2 Attività e progetti attinenti a “Cittadinanza e Costituzione”
6.3 Altre attività di arricchimento dell’offerta formativa
6.4 Percorsi interdisciplinari
6.5 Iniziative ed esperienze extracurricolari (in aggiunta ai percorsi in alternanza)
6.6 Eventuali attività specifiche di orientamento

7. Indicazioni su Discipline
7.1 Schede informative su singole discipline (competenze –contenuti – obiettivi raggiunti)
COMPETENZE RAGGIUNTE alla fine dell’anno per la disciplina: CONOSCENZE o CONTENUTI TRATTATI:
(anche attraverso UDA o moduli)
ABILITA’:
METODOLOGIE:
CRITERI DI VALUTAZIONE:
TESTI e MATERIALI / STRUMENTI ADOTTATI:

8 Valutazione degli apprendimenti
8.1 Criteri di valutazione
8.2 Criteri attribuzione crediti
8.3 Griglie di valutazione prove scritte (eventuali indicazioni ed esempi di griglie che il consiglio di classe ha sviluppato nel corso dell’anno o in occasione della pubblicazione degli esempi di prova, nel rispetto delle griglie di cui al DM 769)
8.4 Griglie di valutazione colloquio (eventuali esempi prodotti dal consiglio di classe)
8.5 Simulazioni delle prove scritte: indicazioni ed osservazioni sullo svolgimento delle simulazioni (es. difficoltà incontrate, esiti )
8.6. Altre eventuali attività in preparazione dell’esame di stato (es. simulazioni colloquio)
8.7. Indicazioni ed osservazioni sulla seconda parte della seconda prova (nel caso di classi degli indirizzi di istruzione professionale)

Scarica il modello

N.B. Il Modello è stato fornito come esempio nell’ambito del seminario di formazione per gli Esami di Stato II ciclo

Versione stampabile
anief banner
soloformazione