Maturità 2019, Miur: ammette errore prova Fisica. Il punto sulle simulazioni

WhatsApp
Telegram

Maturità 2019: il Miur fa il punto sulle simulazioni di prima e seconda prova già svolte dalla scuole, ammette un refuso nella prova di Fisica e si appresta a predisporre la seconda simulazione. 

Le prime simulazioni

Si sono svolte il 19 febbraio per la prima prova e il 28 per la seconda.

Il 19 febbraio sono state pubblicate 7 tracce per la prova di Italiano (2 di tipologia A, 3 per la tipologia B e 2 per la tipologia C)

Il 28 febbraio si è provveduto a rendere noti ben 103 esempi di seconde prove, che hanno consentito di coprire più del 95% degli indirizzi del secondo ciclo.

Per i pochissimi indirizzi non coperti, sono in corso interlocuzioni dirette con le scuole, che consentiranno di avere il quadro completo in occasione della prossima data di pubblicazione delle seconde prove (2 aprile).

Questionario di raccolta opinioni

Il questionario – afferma il Miur – è stato distribuito a 320 scuole distribuite su tutto il territorio nazionale.

I questionari hanno permesso di raccogliere le opinioni dei docenti concernenti soprattutto l’aderenza delle tracce ai quadri di riferimento, la chiarezza e i livelli di difficoltà.

I risultati raccolti (hanno risposto su base volontaria circa i due terzi delle scuole interpellate) hanno fornito elementi di valutazione estremamente positivi su tutti gli aspetti oggetto di indagine.

I docenti hanno inoltre inviato numerose osservazioni e segnalazioni concernenti la struttura e l’impostazione metodologica delle prove integrate concernenti due discipline, di cui il Miur terrà conto per la predisposizione della seconda simulazione.

Errore prova Fisica

In particolare, grazie alle osservazioni pervenute, il gruppo di lavoro incaricato della prova mista di matematica/fisica per il liceo scientifico specifica che, nel problema 1, l’espressione: “la funzione q(t) rappresenti, per t>= 0, la carica elettrica (misurata in C) che attraversa all’istante di tempo t (misurato in s) la sezione di un certo conduttore”, contiene un refuso. La corretta formulazione è la seguente: “la funzione q(t) rappresenti, per t>=0, la carica elettrica (misurata in C) che ha attraversato dall’istante di tempo t=0 all’istante di tempo t (misurato in s) la sezione di un certo conduttore”.

Istituti Professionali

Per gli indirizzi di istruzione professionale, la traccia proposta il 28 febbraio costituisce solo la prima parte della seconda prova, essendo compito della commissione quello di elaborare e somministrare la seconda parte, secondo le istruzioni operative contenute nell’ OM 250 dell’11 marzo 2019.

La seconda simulazione

Si svolgerà nelle seguenti date

  • prima prova scritta: 26 marzo
  • seconda prova scritta: 2 aprile.

Bussetti: simulazioni hanno avuto buon successo

A proposito delle simulazioni il Ministro ha affermato ““Stiamo facendo le prove di simulazione che stanno avendo un buon successo. Anche per noi è una novità questo esame di stato che abbiamo ereditato e che abbiamo messo a punto per renderlo ancora più aderente.”

Maturità 2019, come saranno le prove, quadri di riferimento, griglie valutazione e piano formazione

WhatsApp
Telegram

Preparazione concorsi scuola: news webinar Infanzia e Primaria! Prepara anche Secondaria e DSGA