Maturità 2019 Miur, la prova di Italiano. Caratteristiche del tema di attualità

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La prova di Italiano del nuovo Esame di Maturità, che quest’anno si svolgerà il 19 giugno 2018, sarà uguale per tutti i percorsi e gli indirizzi dell’istruzione liceale, tecnica e professionale. La prova ha una durata di 6 ore. 

7 tracce per la prova di Esame

Saranno fornite sette tracce: due per la tipologia A, tre per la tipologia B e due per la tipologia C.

Tipologia A:  Analisi e interpretazione di un testo letterario italiano
Tipologia B: Analisi e produzione di un testo argomentativo
Tipologia C Riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su tematiche di attualità.

Per ogni traccia il riferimento può essere ad ambito artistico, letterario, storico, filosofico, scientifico, tecnologico, economico, sociale

La tipologia C, ex “tema di attualità”

La Tipologia C richiede la “Riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su tematiche di attualità

La traccia proporrà problematiche vicine all’orizzonte esperienziale delle
studentesse e degli studenti e potrà essere accompagnata da un breve testo di appoggio che fornisca ulteriori spunti di riflessione.

Si potrà richiedere al candidato di inserire un titolo coerente allo svolgimento e di organizzare il commento attraverso una scansione interna, con paragrafi muniti di un titolo.

Come si valuta

Per quanto riguarda la lingua si valuterà  la padronanza grammaticale, la capacità di costruire un testo coerente e coeso, una sufficiente capacità nell’uso dell’interpunzione e un dominio lessicale adeguato.

Nello sviluppo di un elaborato di tipologia C, lo studente deve essere in grado di affrontare con sicurezza un tema dato, di svilupparlo gradualmente mettendo in campo conoscenze acquisite nel corso di studi seguito o giudizi e idee personali.

Allo studente si chiede di organizzare le proprie conoscenze e di esporle con proprietà e chiarezza.

La griglia di valutazione

NB. Il punteggio specifico in centesimi, derivante dalla somma della parte generale e della
parte specifica, va riportato a 20 con opportuna proporzione (divisione per 5 + arrotondamento).

Maturità 2019, come saranno le prove, quadri di riferimento, griglie valutazione e piano formazione

Versione stampabile
anief
soloformazione