Maturità 2019, domani simulazione seconda prova scritta. Caratteristiche e griglie valutazione

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Miur, con circolare n. 2472 dell’8 febbraio 2019, ha comunicato alle scuole la date delle simulazioni della prima e seconda prova scritta dell’esame di Maturità 2019.

Domani sarà la volta della simulazione della seconda prova scritta, dopo lo svolgimento della prima.

Maturità: date simulazioni

Queste le date per le due simulazioni relative alla prima prova:

  • prima simulazione 19 febbraio (già pubblicata)
  • seconda simulazione 26 marzo

Queste le date per le due simulazioni relative alla seconda prova:

  • prima simulazione 28 febbraio
  • seconda simulazione 2 aprile

Le tracce saranno pubblicate sul sito del MIUR alle ore 8.30, nella sezione “Esami di Stato”. Quindi al mattino e tutte in contemporanea, come avviene durante le prove vere e proprie.

Il link alle simulazioni

Le prove possono essere svolte nelle giornate di pubblicazione delle simulazioni o anche successivamente.

Seconda prova Maturità: caratteristiche

La prova riguarderà le discipline connotanti i diversi percorsi di studio, che caratterizzano il “profilo di competenze in uscita” dello studente.

Quadri di riferimento Licei

Quadri di riferimento Professionali

Quadri di riferimento Tecnici

La prova, per diversi indirizzi di studio, riguarda più discipline, come previsto dalla nuova normativa.  Qui le materie della seconda prova

In particolare, ci saranno Latino e Greco per il Liceo classico, Matematica e Fisica allo Scientifico, Scienze umane e Diritto ed Economia politica per il Liceo delle Scienze umane – opzione economico sociale, Discipline turistiche e aziendali e Inglese per l’Istituto tecnico per il turismo, Informatica e Sistemi e reti per l’Istituto tecnico indirizzo informatica, Scienze degli alimenti e Laboratorio di servizi enogastronomici per l’Istituto professionale per i servizi di enogastronomia. Questi alcuni esempi.

Nel caso di prove vertenti su due discipline si prevede l’organica presenza delle stesse (ad esempio latino e greco al liceo classico o matematica e fisica al liceo scientifico) e non si presenteranno come la somma di due prove, come indicato dalla dott.ssa Palumbo del Miur.

Per il Liceo classico, ad esempio, la prova sarà articolata in due parti. Ci sarà una versione, un testo in prosa corredato da informazioni sintetiche sull’opera, preceduta e seguita da parti tradotte per consentire la contestualizzazione della parte estrapolata.

Seguiranno tre quesiti relativi alla comprensione e interpretazione del brano e alla sua collocazione storico-culturale.

Maturità 2019:  valutazione simulazioni

Il Miur al riguardo ha indicato quanto segue:

Fermo restando che non si tratta di una prova che possa sostituire le verifiche periodiche autonomamente predisposte, i docenti potranno anche iniziare a confrontarsi con le griglie di valutazione delle prove scritte e con il loro utilizzo

Le scuole, dunque, potranno decidere di valutare la prova, anche per testare le griglie, senza che il voto attribuito vada a sostituire uno dei voti che il docente acquisisce nel periodo considerato ai fini della valutazione finale.

Seconda prova Maturità: esempio griglia con descrittori e voti

Riportiamo di seguito alcune griglie, predisposte da colleghi, con descrittori e voti, declinati sulla base degli indicatori Miur

Griglia

Griglie prima e seconda prova

Versione stampabile
anief banner
soloformazione