Maturità, regole troppo rigide. Polemiche sulla scarsità delle lodi

di
ipsef

"Ci sono polemiche diffuse sulla scarsità delle lodi – Gregorio Iannaccone, presidente dell’Associazione nazionale dei dirigenti scolastici, a repubblica.it – ma non stiamo parlando della tessera del pane. La lode è un fatto eccezionale che necessita di regole rigide"

"Ci sono polemiche diffuse sulla scarsità delle lodi – Gregorio Iannaccone, presidente dell’Associazione nazionale dei dirigenti scolastici, a repubblica.it – ma non stiamo parlando della tessera del pane. La lode è un fatto eccezionale che necessita di regole rigide"

Risponde Giorgio Rembado, presidente dell’Associazione nazionale presidi, "non si può inflazionare il massimo dei voti – commenta – Ma qualunque meccanismo rigido che vincola ai risultati degli anni precedenti non consente alla commissione d’esame nessuna flessibilità di giudizio e si trasforma in una tagliola".

Alcuni presidi hanno messo sotto accusa le regole troppo rigide: massimo punteggio alle prove d’esame (75 punti); massimo credito scolastico (25 punti, che si traduce in una pagella senza 7 e con media nelle pagelle degli ultri tre anni, superiore al 9)

Versione stampabile
anief
soloformazione