Maternità e paternità. Parto gemellare e riposi del padre, malattia bambino e punteggio, congedo parentale e legge 104. Consulenza

WhatsApp
Telegram

Riportiamo le ultime risposte dei nostri consulenti nella rubrica “Chiedilo a Lalla”. Ricordiamo che per le istituzioni scolastiche abbiamo approntato un canale di consulenza gratuita e con risposta garantita.

Malattia del bambino non retribuita e punteggio. Chiarimenti

Alessandra – Salve. Ho letto che se vengono superati i 30 giorni di malattia del bambino nei primi tre anni,  in qualita’ di personale ata terza fascia, gli eccedenti non vengono retribuiti ma vengono conteggiati come anzianità di servizio. Cosa vuol dire che si acquisisce lo stesso il punteggio? Grazie mille.

Gianluca – Buongiorno, sono un insegnate a tempo determinato (supplenza fino al 30 giugno) di Terza fascia. Mia moglie ha da 20 giorni partorito 2  gemellini. I bambini sono nati prematuri, sarebbero dovuti nascere il 2 marzo. Mia moglie finora ha usufruito di un certificato di astensione obbligatoria dal lavoro per gravidanza a rischio, che ha come scadenza la data del 2 marzo. Da allora dovrebbe usufruire se non sbaglio di un diritto di astensione dal lavoro di 3 mesi. Con il prossimo anno scolastico (mia moglie è insegnante di ruolo) lei vorrebbe usufruire della riduzione dell’orario di lavoro per l’allattamento. La mie domande sono le seguenti: io come padre e marito posso usufruire del congedo parentale nel periodo fino al 2 marzo (cioè mentre mia moglie è a casa dal lavoro)? E nei 3 mesi successivi (cioè sempre in un periodo in cui mia moglie sarà a casa dal lavoro)? E nel periodo in cui mia moglie avrà la riduzione dell’orario per l’allattamento? Vi ringrazio e invio i più cordiali saluti.

WhatsApp
Telegram

Diventa docente di sostegno, bando a breve: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro, scade oggi